Ippica, scommesse in crollo verticale
Formula 1: quote e pronostici MondialePrecedente
Il mercato tedesco e il Pokerstars stadiumProssimo
Breaking News
  • Calcio Extra: i pronostici del 1° GiugnoSCOMMESSA AGEVOLE: CSD Rangers - Universidad de Conception Under 2,5 (1.69) CILE Palestino - Colo Colo gol (1.50) CILE Sligo Rovers - Shamrock  Rovers No Gol (1.72) IRL FH Hafnarfjordur - Vikingur 1 (1.26) [...]
  • Tennis, Open di Francia: i pronostici del 1° GiugnoErnests Gulbis - Roger Federer 2 (1.40) Jo Wilfried Tsonga - Novak Djokovic 2 (1.10) Milos Raonic - Marcel Granollers 1 (1.20) Garbine Muguruza - Pauline Permentier 1 (1.20) Ajla Tomljanovic - Carla Suarez [...]
  • Tennis, Open di Francia: i pronostici del 30 MaggioDaniela Hantuchova - Angelique Kerber 2 (1.25) Spears/Peya - Melzer/Melzer 1 (1.55) Coin/Mahut - Hradecka/Fyrstenberg 2 (1.40) Shvedova/Soares - Dellacqua/Murray 1 (1.60) Lim/Chardy - Johansson/Mannarino 1 (1.50) Chan/Mirniy - Mledenovic/Nestor 2 (1.40) Medina Guarrigues/Marrero - Cornet/Eysseric [...]

Azzeccare i pronostici è la nostra specialità

Ippica, scommesse in crollo verticale

Articolo   0 Commenti
Line Spacing+- AGrandezza testo+- Stampa articolo
Ippica, scommesse in crollo verticale

Con molta fatica l’ippica italiana italiano sta rialzando la testa, come dimostra l’attività che è ormai ripresa a pieno regime da un paio di settimane in tutti gli ippodromi, anche se le cifre relative alle scommesse di questo primo periodo del 2012, che vanno ad assommarsi a quelle del 2011, fotografano uno stato che è da allarme rosso.

A gennaio infatti, anche a causa del perdurante sciopero che impediva di puntare sulle corse italiane, il movimento di gioco degli scommettitori ha fatto registrare un calo di quasi il 56% rispetto allo stesso mese del 2011, fermandosi ad un totale di 60.989.965 euro. Questo nonostante il totale delle corse estere su cui poter giocare nel primo mese dell’anno sia raddoppiato rispetto allo stesso periodo del 2011, passando da 552 a 1.253.

Numeri che si sommano a quelli inquietanti a bilancio del 2011, che ha fatto registrare un calo complessivo delle scommesse, rapportato al 2010, del 20,78%, con una raccolta complessiva di 1,37 miliardi a fronte degli 1,73 con cui aveva chiuso l’anno prima, ma soprattutto in caso di oltre 600 milioni di euro rispetto al 2009. Tra le giocate in netta perdita quelle di Vincente, accoppiata e trio, con perdite superiori al 30% nel confronto con l’anno precedente, mentre sono andate meglio Tris e Quartè (rispettivamente -7,62 e -6,35%). E il Quintè è addirittura salito: 760 milioni complessivi contro i 666 del 2010. A pesare in negativo sono state anche le giornate dedicate alle corse, ossia 1.933, 279 in meno rispetto al 2010 (-12,61%).

Ma nell’incontro dello scorso fine settimana a Roma tra le categorie interessate e l’A.S.S.I-Unire si sono gettati le basi per un accordo futuro. In particolare è stato comunicato che il montepremi per l’anno 2012 consiste in 146 milioni di Euro, il pagamento dei premi da parte di A.S.S.I.-Unirealle società di corse o direttamente agli allenatori verrà effettuato, già sin d’ora, entro un massimo di 45 giorni e i guidatori riceveranno il 5% direttamente dall’Unire a partire dal 1° Marzo 2012.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare l'articolo anche qui, gli articoli precedenti qui.
Articolo   0 Commenti