pronostici champions league, scommesse champions league, andata quarti di finale champions league, quarti di finale champions league, pronostici bayern monaco manchester united, pronostici lione bordeaux, allianz arena bayern manchester, lione bordeaux, rooney ferdinand, giggs, ribery, van gaal, gourcuff, lopez, pjanic, probabili formazioni bayern monaco manchester united, probabili formazioni lione bordeaux
CALCIO - LE MULTIPLE DEI 'QUARTI DI FINALE'Precedente
CALCIO - LE MULTIPLE DEL GIORNO 30/3Prossimo
Breaking News
  • Calcio Extra: i pronostici del 1° GiugnoSCOMMESSA AGEVOLE: CSD Rangers - Universidad de Conception Under 2,5 (1.69) CILE Palestino - Colo Colo gol (1.50) CILE Sligo Rovers - Shamrock  Rovers No Gol (1.72) IRL FH Hafnarfjordur - Vikingur 1 (1.26) [...]
  • Tennis, Open di Francia: i pronostici del 1° GiugnoErnests Gulbis - Roger Federer 2 (1.40) Jo Wilfried Tsonga - Novak Djokovic 2 (1.10) Milos Raonic - Marcel Granollers 1 (1.20) Garbine Muguruza - Pauline Permentier 1 (1.20) Ajla Tomljanovic - Carla Suarez [...]
  • Tennis, Open di Francia: i pronostici del 30 MaggioDaniela Hantuchova - Angelique Kerber 2 (1.25) Spears/Peya - Melzer/Melzer 1 (1.55) Coin/Mahut - Hradecka/Fyrstenberg 2 (1.40) Shvedova/Soares - Dellacqua/Murray 1 (1.60) Lim/Chardy - Johansson/Mannarino 1 (1.50) Chan/Mirniy - Mledenovic/Nestor 2 (1.40) Medina Guarrigues/Marrero - Cornet/Eysseric [...]

Azzeccare i pronostici è la nostra specialità

Sticky: CALCIO – CHAMPIONS LEAGUE – Andata Quarti di Finale – Manchester Utd a Monaco di Baviera contro Ribery e Van Gaal, Lione-Bordeaux derby di Francia primo atto…

Articolo   0 Commenti
Line Spacing+- AGrandezza testo+- Stampa articolo

Bayern Monaco-Manchester Utd – il ns. prono x2 (1.35)

Una settimana per definire i contorni di una stagione che può trasformarsi in trionfo. Dopo la conquista della Coppa di Lega il Manchester United è ancora in corsa in campionato e Champions League, all’inseguimento di quel ‘treblè già centrato nel 1999. E nelle prossime tre partite Sir Alex Ferguson scoprir… che traguardi lo attendono. Doppio impegno europeo contro il Bayern Monaco (martedì sera all’Allianz Arena) inframezzato dalla sfida di Premier League, contro il Chelsea sabato pomeriggio. Tre partite decisive, scontri diretti da non sbagliare. Lo sa bene Ferguson che nell’ultimo impegno di campionato, sabato a Bolton, ha voluto risparmiare Wayne Rooney (33 gol stagionali). Ma come lui anche Rio Ferdinand è pronto a riprendere il suo posto in campo nell’andata dei quarti contro il Bayern, rivincita della finale 1999. Una partita, quella di Barcellona di 11 anni fa, che aveva regalato il secondo trionfo europeo allo United, una storica tripletta dopo la vittoria in campionato e coppa d’Inghilterra. «Non posso credere che sia trascorso così tanto tempo – ha ricordato Ryan Giggs che al Nou Camp c’era -. È stata la più grande notte della mia vita. È una partita che ci riporta indietro nel tempo e regala grandi emozioni». Grazie alle reti nei minuti finali di Teddy Sheringham e Ole Gunnar Solskjaer gli inglesi riuscirono a battere il Bayern, finora unica vittoria United in sette precedenti. «È un record negativo che mi stupisce ma è sempre difficile giocare contro squadre tedesche. Abbiamo vinto in Europa tre volte, loro quattro. Siamo due squadre con una grande storia, piene di esperienza e con giocatori che sanno fare la differenza», il commento dell’ala gallese. Possibile l’impiego di due esterni offensivi (Antonio Valencia e più Ji-Sung Park di Nani) dietro alle due punte Rooney-Dimitar Berbatov (12 gol in Premier, 3 nelle ultime due apparizioni) in un 4-4-2 senza timori reverenziali. Ottimo il momento dei Red Devils che hanno approfittato della recente flessione del Chelsea per riportarsi in testa alla Premier, proprio con un punto di vantaggio sui blues. Sette vittorie di fila, otto nelle ultime nove partite, compreso il doppio successo sul Milan nel turno precedente. Ma prima di pensare al Chelsea di Carlo Ancelotti lo United è atteso a Monaco di Baviera e Sir Alex ha già individuato il principale pericolo. La coppia di fantasisti Arjien Robben e Franck Ribery. «Il Bayern si è spesso trovato in svantaggio in questa stagione e quei due hanno risolto tante partite, quindi dovremo stare particolarmente attenti – le parole di Ferguson -. Ribery è un grande giocatore, mi piace molto. Non so se sia allo stesso livello di Lionel Messi o Wayne Rooney, ma è un ottimo giocatore. E anche Robben è in quella categoria. Lo stavamo per acquistare ai tempi del PSV Eindhoven, ma il Chelsea ci ha preceduto. Comunque abbiamo fiducia nei nostri difensori e dovranno stare attenti anche loro alle nostre ripartenze». A proposito della finale ’99, Ferguson si abbandona ai ricordi: «È stato il momento più emozionante della mia carriera. Nessuno aveva mai vinto una partita così importante negli ultimissimi minuti e invece ora ogni squadra che si trova sotto di un gol a 3′ dalla fine pensa alla nostra impresa. Non so come ci siamo riusciti, è stato il destino. Ma in quella stagione avevamo segnato tanti gol allo scadere, era una caratteristica di quella squadra».

BAYERN (4-4-2) Butt; Lahm, Van Buyten, Demichelis, Badstuber; Altintop, Van Bommel, Pranjic, Ribery; Muller, Olic. Allenatore: Van Gaal.
MANCHESTER (4-3-3) Van der Sar; Neville, Rio Ferdinand, Vidic, Evra; Park, Carrick, Fletcher; Valencia, Rooney, Nani. Allenatore: Ferguson.

Lione-Bordeaux – il ns, prono 1x (1.28) – x (3.15) – Under (1.55) – ris.esatto 0 – 0 (7.50)

Lione-Bordeaux, il derby francese che non t’aspetti, a livello di quarti di finale di Champions, ma è un derby che le due squadre si sono conquistate sul campo, incrociando, prima nel girone di qualificazione e poi negli ottavi, compagini sulla carta più blasonate: Liverpool e Real per il Lione, Bayern e Juve sulla strada del Bordeaux. Dopo aver conquistato sette titoli consecutivi nella Ligue1 e aver ceduto la corona al Bordeaux nella passata stagione, il Lione vuole mostrare, prima di tutto a se stesso, di essere ancora una squadra da rispettare: “Non giocheremo contro il Bordeaux, giocheremo contro di noi – ha sentenziato il portiere Hugo Lloris, decisivo nel return-match con le merengues. E poi c’è l’appuntamento con la storia, con quella semifinale di Champions che la squadra di Puel non ha mai raggiunto. La vittoria sul Grenoble nella 30a giornata di Ligue 1 è un ottimo viatico in vista dell’impegno europeo, mentre iL Bordeaux è reduce dal ko in Coppa di Lega contro il Marsiglia. Sarà che gli uomini di Blanc avevano già la testa sulla sfida di Champions…”giocare una finale e al contempo preparare una partita importante come quella contro il Lione non è mai facile - ha dichiarato il coach francese – ma adesso abbiamo una fantastica opportunità per riscattarci e dimeticare questa delusione”. Pochi problemi di formazione per Puel, che dovrà rinunciare soltanto ai difensori Francois Clerc e Cleber Anderson; pesano forse di più le assenze del Bordeaux, visto che Blanc sarà costretto a rimpiazzare lo squalificato Alou Diarra così come il difensore Marc Planus, vittima di un infortunio al ginocchio. Le speranze di vittoria dei girondini passano soprattutto dai piedi di Yoann Gourcuff e dell’attaccante Chamakh (che oltretutto ha deciso l’ultimo scontro diretto tra le due squadre): non a caso, nella gara dello Stade de France, Blanc li ha fatti uscire nel secondo tempo, con il Marsiglia avanti 2-0… Le dichiarazioni della vigilia dei due presidenti sono un elogio alla scaramanzia: “Il Bordeaux è senza dubbio il grande favorito in questa sfida. Ha già vinto il campionato… – azzarda il patron del Lione, Jean-Michel Aulas. “In questo tipo di incontri l’esperienza è un fattore determinante. E penso che il Lione sotto questo punto di vista parta con qualcosa in più” – è stata la risposta del suo collega Jean-Louis Triaud. In realtà il pronostico rimane apertissimo, la semifinale di Champions è un traguardo possibile per entrambe.

LIONE (4-3-3) Lloris; Reveillere, Cris, Toulalan, Cissokho; Makoun, Pjanic, Gonalons; Govuo, Lisandro Lopez, Delgado. Allenatore: C. Puel.
BORDEAUX (4-2-3-1) Carrasso; Chalmé, Sané, Ciani, Tremoulinas; Plasis, Menegazzo; Jussié, Gourcuff, Wendel; Chamakh. Allenatore: L. Blanc.

Sulle partite fonti – eurosport/tuttopremier.it

Articolo   0 Commenti

CALCIO-COPPE EUROPEE

Centrata la singola AIK – Dnipro!

Centrata la singola AIK – Dnipro!   0

Centrata la singola europea di ieri: grazie alla vittoria del Dnipro per 3-2 sul campo dell'Aik Stoccolma sono stati centrati entrambi i risultati proposti per la giocata singola: il 2, quotato [...]