pronostici champions league, pronostici semifinali champions league, semifinali ritorno champions league, pronostici barcelona inter, barcelona inter, eto'o, messi, ibrahimovic, henry, milito, mourinho, guardiola, probabili formazioni barcelona inter
CALCIO - LE SINGOLE DEL GIORNO 28/4Precedente
CALCIO - LE MULTIPLE DEL GIORNO 28/4Prossimo
Breaking News
  • Calcio Extra: i pronostici del 1° GiugnoSCOMMESSA AGEVOLE: CSD Rangers - Universidad de Conception Under 2,5 (1.69) CILE Palestino - Colo Colo gol (1.50) CILE Sligo Rovers - Shamrock  Rovers No Gol (1.72) IRL FH Hafnarfjordur - Vikingur 1 (1.26) [...]
  • Tennis, Open di Francia: i pronostici del 1° GiugnoErnests Gulbis - Roger Federer 2 (1.40) Jo Wilfried Tsonga - Novak Djokovic 2 (1.10) Milos Raonic - Marcel Granollers 1 (1.20) Garbine Muguruza - Pauline Permentier 1 (1.20) Ajla Tomljanovic - Carla Suarez [...]
  • Tennis, Open di Francia: i pronostici del 30 MaggioDaniela Hantuchova - Angelique Kerber 2 (1.25) Spears/Peya - Melzer/Melzer 1 (1.55) Coin/Mahut - Hradecka/Fyrstenberg 2 (1.40) Shvedova/Soares - Dellacqua/Murray 1 (1.60) Lim/Chardy - Johansson/Mannarino 1 (1.50) Chan/Mirniy - Mledenovic/Nestor 2 (1.40) Medina Guarrigues/Marrero - Cornet/Eysseric [...]

Azzeccare i pronostici è la nostra specialità

Sticky: CALCIO – CHAMPIONS LEAGUE – Ritorno Semifinali – Barce in ‘fiamme’ per l’arrivo dell’Inter… e Mou vuole Madrid…

Articolo   0 Commenti
Line Spacing+- AGrandezza testo+- Stampa articolo

Barcelona-Inter - il ns. prono 1 (1.43) – Goal (1.65)

Mister Guardiola si presenta in sala stampa con molta tranquillità e con volto disteso. Un’immagine che rompe con la tensione in casa catalana alla vigilia della sfida di Champions contro l’Inter: “Siamo tranquilli. Ci siamo preparati molto bene e siamo pronti per giocarcela“. Barcellona che conosce bene il proprio potenziale e per questo l’allenatore catalano elenca chiaramente gli ingredienti indispensabili per la rimonta: “Per battere l’Inter dobbiamo tenere un ritmo di gioco molto alto. Dobbiamo giocare da Barcellona, essere noi stessi per tutti e novanta i minuti. Dobbiamo essere noi stessi nella partita più importante che abbiamo davanti, poi se passerà l’Inter, complimenti a loro“.

“Pique voleva solo caricare…” - D’obbligo una domanda, o meglio un chiarimento sulle parole del difensore del Barcellona Pique: “Le sue parole non erano di odio o per provocare. Il giocatore voleva solo caricare l’ambiente, non erano violente“. Fatto sta che il difensore dei catalani, e non solo lui, ce la stanno mettendo tutta per surriscaldare un ambiente già più che caldo, rovente. Affermazioni che anche in Spagna sono state criticate da alcuni organi di stampa.

“Rispettiamo l’inter…” – Non ha niente mister Guardiola della rabbia furiosa dei tifosi e giocatori catalani. Si abbassano i toni e per domani sfida vera, nel giusto clima. Senza dimenticare di giocarsi il passaggio alla finale del Bernabeu al Camp Nou: “Noi abbiamo il massimo rispetto dell’inter. Non contano i titoli passati e le vittorie, è un’altra storia. Domani affronteremo una grande squadra e che si presenta a Barcellona con un vantaggio importante“.

“Emozione per i fratelli Milito” - Ma domani sarà la partita anche e soprattutto dei due fratelli Milito, uno dalla parte nerazzurra, l’altro dalla parte catalana: “Sarà un match importante per loro. Sicuramente in campo, al ritrovarsi l’uno contro l’altro ci sarà una grande emozione”.

Prima domanda, oltre al clima catalano, sul simbolo di questa Inter che vince anche in Europa, l’olandese Sneijder: “Sta bene e ci sarà. Giocherà domani al Camp Nou! Non so se potrà reggere tutti e novanta i minuti”. L’Inter potrà quindi affidarsi alla fantasia e concretezza dell’ex Real Madrid, un giocatore in forma e fondamentale per difendere il vantaggio di San Siro.

“Non è la finale…” – L’aveva detto e lo ripete Mourinho: “Domani al Camp Nou non sarà la finale di Champions. La finale si giocherà a Madrid e sicuramente non sarà Barcellona – Inter. E una finale è una partita unica. Diciamo che è una partita un po’ più importante dell’andata di semifinale“.

“Che dire di Messi?” – Attenzione spostata subito sul simbolo del Barcellona, Leo Messi, che contro Mourinho non ha mai segnato: “Si, sono stati bravi i miei giocatori, Messi non ha mai segnato contro di me ma rimane e sempre rimarrà un giocatore eccezionale e in grado di fare la differenza, sempre. Magari poi domani ne segna quattro o cinque ed è tutto inutile”.

“Non è un risultato sicuro” - La stampa inglese cerca in tutti i modi di provocare Mourinho ma il portoghese risponde con il suo solito e inconfondibile humor e intelligenza comunicativa. Un risultato, il 3-1 dell’andata a San Siro che dovrebbe, secondo gli spagnoli, dare abbastanza tranquillità all’Inter: “Niente di tutto questo. E poi per la squadra più forte e brava del mondo non dovrebbe essere un problema ribaltare un 3-1″.

“Dovrebbe essere solo una partita” - Il clima catalano. Un argomento che non può mancare nelle domande alla vigilia della super sfida del Camp Nou: “I giocatori possono dire quello che vogliono ma ricordiamoci che stiamo parlando di una semplice partita di calcio. Solo una partita di calcio, sport, e non c’è proprio bisogno di fare drammi. Non bisogna fare la guerra!”.

“Per noi la finale è un sogno, per loro un’ossessione”La differenza tra le due squadre è chiara ed evidente. Da una parte l’impresa dell’Inter, riportarsi tra le grandi d’Europa e vincere, dall’altra i motivi non solo sportivi del Barcellona: “Per noi la finale di Champions è un sogno, un obiettivo da raggiungere. Io ho già vinto una Champions e mi piacerebbe dare il mio contributo per riportare l’Inter al successo. Per noi è una finale, un sogno. Per il Barcellona è una vera e propria ossessione. Loro sono ossessionati dall’idea di giocare la finale al Bernabeu di Madrid”.

“L’arbitro non mi preoccupa” - Tante le domande sull’arbitro, domande che Mourinho cerca in tutti i modi di schivare non certo per paura e neanche per eccessivi preoccupazioni: “A me non preoccupa l’arbitro, mi preoccupano i giocatori che rendono la vita impossibile all’arbitro. Ci sono giocatori che aiutano l’arbitro, altri che complicano e sanno complicare le cose”.

Motta: “Siamo tranquilli…” - È Thiago Motta il giocatore prescelto da José Mourinho per la conferenza stampa della vigilia di Barcellona-Inter: “Dopo il 3-1 di San Siro è normale, devono fare di tutto per scaldare la gara di domani, anche se credo che in vista di una gara così importante come quella del Camp Nou sarebbe invece meglio misurare le parole”.

Sulla partita fonte – eurosport.it

Articolo   0 Commenti

CALCIO-COPPE EUROPEE

Centrata la singola AIK – Dnipro!

Centrata la singola AIK – Dnipro!   0

Centrata la singola europea di ieri: grazie alla vittoria del Dnipro per 3-2 sul campo dell'Aik Stoccolma sono stati centrati entrambi i risultati proposti per la giocata singola: il 2, quotato [...]