pronostici Europa League, scommesse Europa League, 4a giornata Europa League, Europa League, italiane in Europa League, villareal - lazio, roma - fulham, genoa - lille, zarate, rocchi, rossi, pires, nilmar, totti, vucinic, de rossi, mcbride, mesto, crespo, floccari, rossi, gasperini
EUROPA LEAGUE:LE PROBABILI FORMAZIONI DELLE ITALIANE 5/11Precedente
CALCIO - LE MULTIPLE DEL GIORNO 5/11Prossimo
Breaking News
  • Calcio Extra: i pronostici del 1° GiugnoSCOMMESSA AGEVOLE: CSD Rangers - Universidad de Conception Under 2,5 (1.69) CILE Palestino - Colo Colo gol (1.50) CILE Sligo Rovers - Shamrock  Rovers No Gol (1.72) IRL FH Hafnarfjordur - Vikingur 1 (1.26) [...]
  • Tennis, Open di Francia: i pronostici del 1° GiugnoErnests Gulbis - Roger Federer 2 (1.40) Jo Wilfried Tsonga - Novak Djokovic 2 (1.10) Milos Raonic - Marcel Granollers 1 (1.20) Garbine Muguruza - Pauline Permentier 1 (1.20) Ajla Tomljanovic - Carla Suarez [...]
  • Tennis, Open di Francia: i pronostici del 30 MaggioDaniela Hantuchova - Angelique Kerber 2 (1.25) Spears/Peya - Melzer/Melzer 1 (1.55) Coin/Mahut - Hradecka/Fyrstenberg 2 (1.40) Shvedova/Soares - Dellacqua/Murray 1 (1.60) Lim/Chardy - Johansson/Mannarino 1 (1.50) Chan/Mirniy - Mledenovic/Nestor 2 (1.40) Medina Guarrigues/Marrero - Cornet/Eysseric [...]

Azzeccare i pronostici è la nostra specialità

Sticky: CALCIO – EUROPA LEAGUE – 4a Giornata – Per le italiane il tempo stringe…

Articolo   0 Commenti
Line Spacing+- AGrandezza testo+- Stampa articolo

Genoa – Lille – il ns. pronostico 1x (1.23) – 1 (2.00)

Il 3-0 dell’andata fu indubbiamente il punto più basso toccato dal Genoa di Gasperini. Dal ko di Lilla, però, il Grifone si è rialzato. Forse non sarà ancora riuscito a volare, ma quanto meno ha dimostrato di essere ben altra squadra rispetto a quella vista in Francia. Il match di giovedì sera a Marassi (fischio d’inizio alle 19:00) darà ai rossoblù la possibilità di vendicarsi con il Lilla, nella quarta giornata di Europa League. I francesi sono primi nel Gruppo B con 7 punti, gli uomini di Gasperini sono solo terzi a 3.  “Dobbiamo vincere per aumentare le speranze di qualificazione”. Il tecnico del Genoa Giampiero Gasperini è categorico. “Non scenderemo in campo pensando ad una rivincita dopo la sconfitta dell’andata – ha spiegato – il nostro obiettivo è fare i tre punti. Fosse una sfida ad eliminazione diretta sarebbe diverso, ma è un girone e conta solo la vittoria e i punti. Di certo sarà un’altra gara rispetto a quella dell’andata in Francia. Ora si riparte dallo 0-0 e abbiamo imparato a conoscerli. Adesso stiamo meglio rispetto a qualche tempo fa, giocheremo per vincere perché ci teniamo ad andare avanti”. Il dubbio che il Genoa non credesse tanto nell’importanza della coppa era sorto a molti. Ma le parole del tecnico smentiscono il tutto. E, come Gasperini, la pensa anche Raffaele Palladino: “L’Europa rappresenta una vetrina troppo importante per noi giocatori e soprattutto per la società. A noi l’Europa League regala quel qualcosa in più per cui contro il LillA andremo in campo per portarci a casa i tre punti e fare un passo avanti nel girone. Stiamo attraversando un bel momento, siamo concentrati, ben consapevoli di non dover sottovalutare l’avversario. Stiamo proprio bene e speriamo di poterlo dimostrare, per l’ennesima volta”.

Roma – Fulham - il ns. pronostico 1 (1.60) – Goal (1.81)

Il match con il Bologna è servito per rimettersi in modo. Adesso bisogna continuare sulla strada intrapresa. È questo lo spirito della Roma alla vigilia del match di Europa League in programma giovedì sera contro il Fulham (si gioca all’Olimpico, fischio d’inizio alle 19:00). I giallorossi si avvicinano alla quarta partita del Gruppo E con 4 punti e il terzo posto in classifica. Serve una vittoria per sorpassare gli inglesi di Roy Hodgson, secondi con 5 lunghezze. Il tecnico della Roma non si nasconde. Sa che la piazza freme e sogna la Champions. Per ora, comunque, l’Europa League può bastare. Intanto Ranieri esprime un desiderio: “Con tutte le palle gol che creiamo e che non riusciamo a concretizzare, se avessimo un centravanti sarebbe meglio. Poi un allenatore più giocatori ha, più è contento”. Abituato all’Europa dei grandi, non nasconde di sentire la mancanza della Champions. “Manca a tutti, questo però non vuole dire che dobbiamo denigrare l’Europa League. Ma stiamo lavorando per tornare nel calcio d’elite e poi dobbiamo difendere il diritto a mantenere i quattro posti nella Champions altrimenti saremmo sempre più staccati dal resto d’Europa”. La squadra domenica ha dato segni di risveglio, ma ha anche mostrato tante lacune. “Subiamo gol per errori tattici e di concentrazione – conferma Ranieri – è un problema che dobbiamo risolvere, speriamo più prima che poi”. Ma questa Roma è più una squadra da campionato o da coppe? “Per ora non siamo né l’una né l’altra cosa, dobbiamo diventare una squadra forte in entrambe le competizioni. Mi aspetto di essere contestato? Non lo so e non mi interessa, io difenderò sempre la mia squadra, fino a quando la vedrò dare tutto in campo. L’intimidazione mi dà fastidio, siamo in un momento difficile e se i ragazzi sentono il sostegno del pubblico danno qualcosa in più. Se non dovessero impegnarsi sarebbe diverso, sarei il primo a dargli addosso. Ma loro ce la stanno mettendo tutta. Solo che ci sono momenti in cui non ti riesce nulla. E purtroppo in Italia se vinci ti sei impegnato, se perdi no. Invece non è cosi”. “Ora il rapporto con i tifosi non è facile, ma si riallaccerà. Già altre volte siamo stati lontani dai nostri tifosi, ma con i risultati tutto si aggiusterà, sta a noi riuscire a creare di nuovo l’entusiasmo. Non ci aspettiamo ovazioni e coreografie, a loro chiediamo solo un pò di comprensione”, parole e musica di Daniele De Rossi. “Nessuno è contento di quello che è successo domenica – ha aggiunto – ma da parte della squadra non ci sono stati gesti di stizza, tra di noi non ci sono viziatelli che si innervosiscono per i fischi. La squadra ha saputo vincere con grande determinazione e ha accettato la contestazione anche dopo il gol

Villareal – Lazio - il ns. pronostico 1 (1.80)

La Lazio che stenta in campionato torna a riaffacciarsi sul panorama europeo: la squadra di Ballardini si giocherà a Vila-Real gran parte delle possibilità di restare in Europa League. Ai biancocelesti, secondi nel gruppo G dietro al Salisburgo a quota 6 punti (in tre gare), serve almeno un pareggio per alimentare buone speranze di qualificazione ai sedicesimi di finale. Infatti, con basterebbe battere il Levski Sofia all’Olimpico per avere la matematica certezza del passaggio del turno. Il tecnico sembra voler confermare il 4-4-2 delle ultime uscite, con Mauri e Foggia sugli esterni e il duo Brocchi-Baronio a formare la diga di centrocampo. Davanti confermati Rocchi e Zarate. Mancheranno Matuzalem, espulso all’andata contro gli iberici e Dabo, per la solita fascite plantare. Stendardo ha riportato durante l’ultimo allenamento prima della partita di Siena, un trauma contusivo del ginocchio destro: gli accertamenti però hanno escluso lesioni legamentose e cartilaginee. Cruz si è sottoposto ad accertamenti radiologici che hanno evidenziato un’infiammazione inserzionale del muscolo ileo-psoas della coscia destra: già iniziate le cure del caso, ma il giocatore è rimasto a Roma. Il Villarreal non ha mai perso in cinque incontri casalinghi europei contro avversari italiani, vincendo quattro partite consecutive tra cui una per 2-0 contro la Roma prima del pareggio per 1-1 con la Fiorentina nella fase a gironi della Coppa Uefa 2007/08. Le sei partite giocate in Spagna dalla Lazio si sono concluse con cinque sconfitte e una vittoria per 1-0 con l’Atlético Madrid nelle semifinali di Coppa Uefa 1997/98. Il Villarreal è imbattuto in undici gare europee casalinghe da quando ha perso per 2-1 con l’NK Maribor nel terzo turno dell’Intertoto il 15 luglio 2006. Robert Pirès chiede al Villarreal di giocare più veloce e iniziare a finalizzare il gioco con più precisione per accedere alla fase a eliminazione diretta di Europa League. “Abbiamo ancora tre partite – ha detto -. Se vogliamo qualificarci dobbiamo vincerle tutte e tre. Se batteremo la Lazio avremo più fiducia in vista delle ultime due”. Dopo la sconfitta di Roma, il Villarreal ha battuto il Málaga 2-1 e il Tenerife 5-0 in campionato. “Non abbiamo cambiato nulla. Abbiamo gli stessi giocatori e lo stesso programma di allenamento. Quando infili una serie di risultati negativi è difficile uscirne, ma noi ce la faremo”.

Sulle partite fonte – eurosport.it

Articolo   0 Commenti

CALCIO-COPPE EUROPEE

Centrata la singola AIK – Dnipro!

Centrata la singola AIK – Dnipro!   0

Centrata la singola europea di ieri: grazie alla vittoria del Dnipro per 3-2 sul campo dell'Aik Stoccolma sono stati centrati entrambi i risultati proposti per la giocata singola: il 2, quotato [...]