CALCIO – SERIE A – 13a Giornata – Napoli e Roma campi principali, in attesa del posticipo Torino-Milan
CALCIO - LE SINGOLE DEL GIORNO 23/11/08Precedente
CALCIO - LE MULTIPLE DEL GIORNOProssimo
Breaking News
  • Calcio Extra: i pronostici del 1° GiugnoSCOMMESSA AGEVOLE: CSD Rangers - Universidad de Conception Under 2,5 (1.69) CILE Palestino - Colo Colo gol (1.50) CILE Sligo Rovers - Shamrock  Rovers No Gol (1.72) IRL FH Hafnarfjordur - Vikingur 1 (1.26) [...]
  • Tennis, Open di Francia: i pronostici del 1° GiugnoErnests Gulbis - Roger Federer 2 (1.40) Jo Wilfried Tsonga - Novak Djokovic 2 (1.10) Milos Raonic - Marcel Granollers 1 (1.20) Garbine Muguruza - Pauline Permentier 1 (1.20) Ajla Tomljanovic - Carla Suarez [...]
  • Tennis, Open di Francia: i pronostici del 30 MaggioDaniela Hantuchova - Angelique Kerber 2 (1.25) Spears/Peya - Melzer/Melzer 1 (1.55) Coin/Mahut - Hradecka/Fyrstenberg 2 (1.40) Shvedova/Soares - Dellacqua/Murray 1 (1.60) Lim/Chardy - Johansson/Mannarino 1 (1.50) Chan/Mirniy - Mledenovic/Nestor 2 (1.40) Medina Guarrigues/Marrero - Cornet/Eysseric [...]

Azzeccare i pronostici è la nostra specialità

Sticky: CALCIO – SERIE A – 13a Giornata – Napoli e Roma campi principali, in attesa del posticipo Torino-Milan

Articolo   0 Commenti
Line Spacing+- AGrandezza testo+- Stampa articolo
Sticky: CALCIO – SERIE A – 13a Giornata – Napoli e Roma campi principali, in attesa del posticipo Torino-Milan

logo-seria-a-2008.jpgDopo la sconfitta subita a Bergamo contro l’Atalanta, scivolone che è costato al Napoli la perdita del secondo posto in classifica in favore delMilan e concomitante sorpasso dellaJuventus, Edy Reja chiede alla squadra un risposta positiva per riprendere con fiducia la corsa verso le zone altissime della graduatoria. “Sono certo che i miei – spiega il tecnico azzurro – avranno una grande reazione, perché nessuno ha metabolizzato la sconfitta contro l’Atalanta. È stato un incidente di percorso, può capitare un passaggio a vuoto, noi dobbiamo cercare continuità di rendimento. Domani occorrerà vincere ma non sarà facile, perché il Cagliari, rispetto all’inizio di stagione, ha cambiato modo di giocare e ha trovato un proprio equilibrio. Ora sono molto più tranquilli, si chiudono bene e pungono in ripartenza”. Per Edy Reja sarà la centesima panchina in Serie A, un traguardo importante che si unisce alla gioia di Christian Maggio dopo la convocazione in Nazionale in occasione dell’amichevole di mercoledì scorso contro la Grecia. “Sono molto contento – prosegue il tecnico del Napoli – è un momento importante, ma soprattutto è gratificante notare la crescita della squadra, che non a caso risiede nei quartieri alti della classifica”. Il Cagliari, invece, che dopo le cinque sconfitte consecutive di inizio stagione ha poi ribaltato la propria classifica conquistando 13 punti nelle successive sette uscite, scende al San Paolo con l’incognita Robert Acquafresca: l’attaccante rossoblu in settimana si è allenato pochissimo per un problema muscolare a una coscia. Comunque convocato da Allegri, ci si attende però di vedere Larrivey in coppia con Jeda nell’11 titolare. “Dobbiamo fare attenzione – spiega il tecnico del Cagliari alla vigilia della partita – il Napoli è un’ottima squadra, vogliosa di vincere. Noi dovremo pensare a fare la nostra partita, come sempre, d’altra parte”.Cossu dovrebbe agire da trequartista dietro le punte, con Matheu in vantaggio su Pisano, convalescente: confermato, infine, il centrocampo reduce dall’ottima prestazione contro la Fiorentina, con Fini, Conti e Biondini. Per noi il Napoli dovrebbe continuare la tradizione casalinga positiva 1 (1.56).

Il tridente pesante gli era piaciuto. Nonostante il ko nel derby, Delio Rossi lo aveva difeso. Aveva difeso quella scelta di schierare contemporaneamente Pandev, Zarate e Rocchi. “Se dovessi rigiocare contro la Roma, il tridente è una di quelle cose che di certo non cambierei” aveva dichiarato il tecnico della Lazio dopo la sconfitta arrivata per colpa di un’inzuccata di Julio Baptista. A distanza di una settimana, le carte sembrano essersi rimescolate. Nella partita di domani contro il Genoa, infatti, proprio il capitano Tommaso Rocchi potrebbe accomodarsi in panchina, lasciando spazio a Pasquale Foggia. A prescindere da chi giocherà nel reparto avanzato, Rossi chiederà alla squadra di battere il Genoa “per proseguire nel nostro cammino. Per crescere dobbiamo trovare continuità di rendimento e risultati. Mi aspetto di vedere una Lazio che, dopo aver perso un’occasione importante nel derby, affronti un Genoa che per classifica e potenzialità è una nostra diretta concorrente. I ragazzi sono consapevoli che contro la Roma non hanno fatto una partita scintillante ma domani mi aspetto il giusto spirito di reazione”. Anche perché, contro la squadra di Gasperini e del capocannoniere Diego Milito non sarà certo una passeggiata: “E’ una di quelle squadre che si é maggiormente rafforzata – ha sottolineato Rossi – e, per metterla in difficoltà, dovremo tenere degli alti rimi, ribattendo azione su azione anche perché, a differenza di altre avversarie, verrà a giocarsi la partita”. Per quanto riguarda la formazione, la maglia da titolare di Siviglia sarà presa da Cribari mentre al posto degli squalificati Radu e Ledesma ci saranno Kolarov e Dabo (“ha la capacità e l’esperienza per giocare in quella posizione”). A centrocampo Meghni favorito su Mauri. “Non sono due adatti alla fase difensiva – ha concluso Rossi – ma con Meghni c’è più fantasia. E poi ha risolto i problemi fisici, ora sta solo a lui dimostrare quanto vale”. Nel Genoa, indisponibili Paro, Milanetto e Modesto, Milito sarà ovviamente il terminale offensivo, con Sculli e Palladino ai lati. motta.html”>Thiago Motta avrà le chiavi del centrocampo rossoblu, con Juric al suo fianco e Rossi e Mesto sugli esterni. In difesa, con Ferrari e Criscito, dovrebbe esserci Biava. Per noi Goal (1.60) e Over (1.80) con l’x2 (1.40) da rischiare.

Non e` che col derby d’Italia la 13esima giornata di serie A sia gia` finita. C’e` un altro interessantissimo duello sotto i riflettori: e` il posticipo delle 20.30 fra Torino e Milan. Il Diavolo, reduce da un filotto no stop di 10 risultati utili (8 le vittorie), va nell’arena del Toro in cerca dei 3 punti per rimanere appiccicato con le ventose al soffitto della classifica. Ritorna Pirlo dopo due mesi, anche se Ancelotti preferisce inizialmente confinare la sua regia in panca. A centrocampo, allora, spazio largo a Flamini, Gattuso e Seedorf. L’incognita e` Kaka`: se dall’impegno con il Brasile l’ex Pallone d’oro e` davvero tornato in debito d’ossigeno, Shevchenko deve tenersi pronto a gonfiare i polmoni e togliersi la polvere accumulata sui calzoncini. In casa granata non si pensa piu` allo spogliarello fatale del catanese Plasmati. De Biasi, semmai, pensa a riconsegnare a Natali (assente un mese per infortunio) il posto che si merita in difesa. Davanti, invece, non c’e` (ancora) spiraglio per Rosina, costretto a lasciare il palcoscenico alla coppia Stellone-Amoruso. Noi consigliamo di giocare 1x (1.87) e Goal (1.70).

Sulle partite fonte – eurosport.it

Articolo   0 Commenti