CALCIO – SERIE A – 21a Giornata – L’Inter nell’inferno del Massimino, il Milan contro Milito pronto ad approfittarne, la Juve ad Udine senza Del Piero
CALCIO - LE SINGOLE DEL GIORNO 28/1Precedente
CALCIO - LE MULTIPLE DEL GIORNO 28/1Prossimo
Breaking News
  • Calcio Extra: i pronostici del 1° GiugnoSCOMMESSA AGEVOLE: CSD Rangers - Universidad de Conception Under 2,5 (1.69) CILE Palestino - Colo Colo gol (1.50) CILE Sligo Rovers - Shamrock  Rovers No Gol (1.72) IRL FH Hafnarfjordur - Vikingur 1 (1.26) [...]
  • Tennis, Open di Francia: i pronostici del 1° GiugnoErnests Gulbis - Roger Federer 2 (1.40) Jo Wilfried Tsonga - Novak Djokovic 2 (1.10) Milos Raonic - Marcel Granollers 1 (1.20) Garbine Muguruza - Pauline Permentier 1 (1.20) Ajla Tomljanovic - Carla Suarez [...]
  • Tennis, Open di Francia: i pronostici del 30 MaggioDaniela Hantuchova - Angelique Kerber 2 (1.25) Spears/Peya - Melzer/Melzer 1 (1.55) Coin/Mahut - Hradecka/Fyrstenberg 2 (1.40) Shvedova/Soares - Dellacqua/Murray 1 (1.60) Lim/Chardy - Johansson/Mannarino 1 (1.50) Chan/Mirniy - Mledenovic/Nestor 2 (1.40) Medina Guarrigues/Marrero - Cornet/Eysseric [...]

Azzeccare i pronostici è la nostra specialità

Sticky: CALCIO – SERIE A – 21a Giornata – L’Inter nell’inferno del Massimino, il Milan contro Milito pronto ad approfittarne, la Juve ad Udine senza Del Piero

Articolo   0 Commenti
Line Spacing+- AGrandezza testo+- Stampa articolo

logo-seria-a-2008.jpgL’ultimo turno infrasettimanale della Serie A 2008/2009 propone sfide interessanti e impegnative per le squadre di vertice: la capolista Inter, priva di Mourinho e Adriano squalificati per i fatti di Inter – Sampdoria, va a far visita al Catania nell’infuocato stadio ‘Massimino’ tra gli annunci di accoglienza di Lo Monaco e C. Oltre all’aspetto climatico che potrebbe risultare determinante, i nerazzurri devono fare i conti con le assenze in difesa di Samuel e Chivu, vittime di infortuni sempre nel match di domenica. Cordoba-Burdisso sarà la coppia di centrali, mentre in attacco Cruz dovrebbe sostituire il ritrovato ma squalificato Adriano. Il grande ex Walter Zenga sembra avere due dubbi, Biagianti o Tedesco e Morimoto o Martinez: i secondi sembrano favoriti. Per il resto confermato l’11 che ha bloccato sul pari il Genoa a Marassi. Noi pensiamo all’1x (1.95), con la x (3.10) pagata bene.

Il Milan, che dovrà fare a meno di Borrielo per un altro mese, riceve il Genoa del ‘principe’ Milito, tornato in campo e in gol domenica scorsa dopo uno stop forzato di oltre 1 mese. Ancelotti sembrava pensare ad un pò di turnover ma alla fine la formazione dovrebbe essere la stessa che ha espugnato Bologna con Beckham, Seedorf, Kakà e Pato. Unica novità potrebbe essere Favalli per Senderos, ancora non abituato a questi ritmi dopo il lungo infortunio. Gasperini dall’altra parte pensa ad un centrocampo più folto con Thiago Motta quasi trequartista dietro Jankovic e Milito. Importante l’assenza di Ferrari squalificato, al suo posto Bocchetti. Per noi 1 (1.42) e Over (1.75).

 

Prima o poi si doveva riposare anche lui. L’occasione arriva durante il primo turno infrasettimanale della 20a giornata di Serie A con la Juventus impegnata al Friuli contro l’Udinese. Dopo l’importante vittoria ottenuta nell”ultimo turno di campionato ai danni della Fiorentina, per la trasferta friulana Ranieri ha deciso di concedere un turno di riposo ad Alessandro Del Piero, fin qui decisivo anche quando non segna (vedi assist a Marchisio contro i viola). Oltre al capitano, anche Cristiano Zanetti non seguirà la squadra a Udine perchè a riposo precauzionale. Il centrocampista è appena tornato da un lungo infortunio e troppe partite ravvicinate potrebbero complicare il suo programma di rientro. Chi invece sarà della partita (ma certamente non dall’inizio) è David Trezeguet. Il francese appare nella lista dei convocati della Juventus a quattro mesi di distanza dall’operazione subita alle ginocchia lo scorso settembre. Dopo aver scontato il turno di squalifica, rientrano anche Molinaro e Sissoko: Chiellini – che sta meglio – è convocato e disponibile a fare la sua parte contro l’Udinese. Ancora una volta ai box, invece, Camoranesi. “Ha ancora molto da lavorare”, dice di lui Ranieri. Marino, che attraversa con la sua Udinese uno dei momenti più difficili da quando è alla guida dei friulani, ha a disposizione tutta la rosa. Contro la Juventus serve quantomeno una prova di orgoglio. “Guai a ripetere gli errori che hanno determinato la nostra sconfitta a Palermo – ammonisce il tecnico dei bianconeri meno famosi – La Juve non attenderà altro per affondare i suoi colpi. In ogni caso stiamo crescendo, e contro una squadra così importante gli stimoli aumentano automaticamente”. Quanto alla formazione, in difesa rientrerà Domizzi, in panchina contro il Palermo, mentre in attacco Di Natale prenderà il posto di un Quagliarella in evidente calo psico-fisico. Statistiche. La Juve vanta al Friuli un bilancio lusinghiero: su 34 gare la Vecchia Signora ha raccolto infatti 21 vittorie e tre sole sconfitte. La formazione di Ranieri spera di proseguire nella tradizione favorevole: perché l’Inter scricchiola, è vero, ma resta pur sempre al comando. Per noi x (3.10) e Goal (1.68).

 

“Contro il Palermo Totti partirà titolare”. Luciano Spalletti è pronto a rilanciare il capitano della Roma nella sfida dal forte sapore di Champions contro la squadra rosanero in programma mercoledì sera all’Olimpico. A tener banco però è ancora il caso Panucci. Dopo il rifiuto di sedersi in panchina domenica, il difensore giallorosso ha chiesto e ottenuto di non essere convocato per la gara con il Palermo e a questo punto una sua cessione sembra inevitabile. “Panucci? Non verrà convocato, questa è una scelta presa di comune accordo con la società – ha sottolineato l’allenatore giallorosso -. Il rispetto Christian lo riconosce solo se gli dai una maglia da titolare, domenica il rispetto lo ha tolto a me e alla squadra, non andando a sedersi in panchina dove già c’erano giocatori e compagni del calibro di Aquilani, Totti e Perrotta. Se partirà? Non lo so”. La Roma è in un grande momento. Dopo un inizio in sordina i giallorossi hanno trovato il giusto assetto tattico, che li ha riportati di prepotenza nella lotta al quarto posto. Ma forse anche qualcosa in più. “Dopo una vittoria come quella di Napoli – ha concluso il tecnico toscano – si può cullare qualche sogno in più, tuttavia bisogna rimanere attenti e mantenere sempre lo stesso modo di pensare”. Il match con il Palermo non sarà però una passeggiata. I rosanero sono reduci da 3 vittorie consecutive e all’Olimpico non hanno nessuna intenzione di essere la vittima sacrificale di serata. “Sarà un esame importante – dice mister Ballardini – . Abbiamo un Palermo che ha confermato partita dopo partita di avere un’ identità e di avere un gruppo che ha grande unità d’intenti, compattezza e qualità di gioco. Giochiamo contro una squadra in salute che è tornata a esprimersi ai massimi livelli, vedremo cosa saremo in grado di fare”. Per noi 1 (1.47).

Per le partite Udinese-Juve e Roma-Sampdoria fonte eurosport.it

 

Articolo   0 Commenti