pronostici 21a giornata Serie a, scommesse serie a, 21a giornata serie a, livorno napoli, palermo fiorentina, udinese sampdoria, bologna bari, genoa atalanta, probabili formazioni 21a giornata serie a, barreto, meggiorini, cosmi, bellucci, tavano, mutu gilardino, miccoli cavani, di vaio, chevanton doni, sculli suazo, cassano del neri, di natale, d'agostino
SERIE A-PROBABILI FORMAZIONI 21a GIORNATA: NESTA IN FORSE FINO ALL'ULTIMO...Precedente
CALCIO - LE MULTIPLE DEL GIORNO 24/1Prossimo
Breaking News
  • Calcio Extra: i pronostici del 1° GiugnoSCOMMESSA AGEVOLE: CSD Rangers - Universidad de Conception Under 2,5 (1.69) CILE Palestino - Colo Colo gol (1.50) CILE Sligo Rovers - Shamrock  Rovers No Gol (1.72) IRL FH Hafnarfjordur - Vikingur 1 (1.26) [...]
  • Tennis, Open di Francia: i pronostici del 1° GiugnoErnests Gulbis - Roger Federer 2 (1.40) Jo Wilfried Tsonga - Novak Djokovic 2 (1.10) Milos Raonic - Marcel Granollers 1 (1.20) Garbine Muguruza - Pauline Permentier 1 (1.20) Ajla Tomljanovic - Carla Suarez [...]
  • Tennis, Open di Francia: i pronostici del 30 MaggioDaniela Hantuchova - Angelique Kerber 2 (1.25) Spears/Peya - Melzer/Melzer 1 (1.55) Coin/Mahut - Hradecka/Fyrstenberg 2 (1.40) Shvedova/Soares - Dellacqua/Murray 1 (1.60) Lim/Chardy - Johansson/Mannarino 1 (1.50) Chan/Mirniy - Mledenovic/Nestor 2 (1.40) Medina Guarrigues/Marrero - Cornet/Eysseric [...]

Azzeccare i pronostici è la nostra specialità

Sticky: CALCIO – SERIE A – 21a Giornata – Napoli ‘decimato’ a Livorno, Udinese-Samp senza Cassano, Palermo e Fiorentina ‘chiamano’ spettacolo…

Articolo   0 Commenti
Line Spacing+- AGrandezza testo+- Stampa articolo

Livorno-Napoli – il ns. prono 1x (1.40) – 1 (2.75)

Per il Livorno l’imperativo è dimenticare la sconfitta di Cagliari e tenere a debita distanza i fantasmi della retrocessione: di fronte ci sarà il lanciatissimo Napoli, reduce dal pareggio intenro contro il Palermo e chiamato a difendere il quarto posto, e perché no, tentare di scavalcare la Roma, impegnata nello scontro diretto contro la Juventus. Maggio è uno dei giocatori partenopei sull’onda dei sogni, consapevole però dell’emergenza della squadra: “Affronteremo un avversario che ha fame di punti. Sarà una battaglia calcistica, questo ce lo aspettiamo. Noi abbiamo uomini importanti fuori, però possediamo anche una rosa di elementi validi. Sarà importante giocare da squadra. Tutti quelli che andranno in campo sapranno dare un contributo importante”. Oltre agli indisponibili Santacroce e Lavezzi, tra i campani non ci saranno gli squalificati Quagliarella e Rinaudo: Mazzarri giocherà con il solo Denis in attacco. Il tecnico del Napoli si appresta a vivere una giornata speciale: livornese di San Vincenzo, ha allenato il Livorno nel 2003/04 ottenendo la promozione in Serie A, quindi per lui questo è una specie di derby del cuore. “Lui è di Livorno e sicuramente sentirà la partita con un trasporto particolare spiega Maggio -. Eppure non ha fatto trasparire nulla in questi giorni, ha preparato la gara come sempre, illustrandoci le difficoltà del match. E’ tranquillo e ci ha trasmesso la serenità giusta per affrontare la sfida con la consapevolezza dei nostri mezzi. Sognare? Pensiamo a Livorno: ci attende un test importantissimo, da affrontare con la massima concentrazione”. Serse Cosmi ha solo quattro indisponibili (tra cui Knezevic e Pulzetti) ed è chiamato alla scelta offensiva: si giocano due posti Tavano, Lucarelli, Danilevicius e il nuovo arrivato Bellucci, che potrebbe partire titolare. Nei precedenti il bilancio è leggermente favorevole ai partenopei che hanno vinto 14 incontri contro le 11 vittorie labroniche. 10 i pareggi, 11.

Udinese-Sampdoria - il ns. prono 1x (1.26) – 1 (2.14) – Goal (1.70)

Cassanata o non Cassanata? Questo è il dilemma… Ma per ora ci accontentiamo dei fatti: Antonio Cassano non è stato convocato per la trasferta di Udine, per quella che Gigi Del Neri ha definito “una scelta tecnica”, visto che l’attaccante in settimana non è mai riuscito ad allenarsi a pieno ritmo a causa di una precaria condizione fisica. Nell’amichevole di giovedì contro la Cairese il mister doriano ha proposto la coppia offensiva formata da Nicola Pozzi e Gianpaolo Pazzini; il risultato? due gol per il primo, uno per il secondo e 3-0 bello che confezionato. Saranno ancora loro, quindi, a formare il tandem anti Udinese: “Vorrei maggiore profondità e due punte che vanno a pressare – ha sottolineato Del Neri -, per questo giocheranno Pozzi e Pazzini. Un po’ di riposo fa bene a tutti, se capita a Cassano non bisogna scandalizzarsi. Sarà lui a dovermi dimostrare che può tornare ai suoi livelli. In ogni caso non c’è stato nessuno scontro tra di noi, siamo due persone adulte, ci siamo parlati, poi è chiaro che un giocatore vorrebbe sempre giocare, ma fuori casa facciamo troppa fatica e Antonio non sta attraversando un grande momento di forma”. Da parte sua, l’Udinese è pronta alla battaglia. “A noi interessa solo la vittoria”, ha dichiarato il terzino serbo Aleksandar Lukovic. “Pensiamo solo ai 3 punti”, gli ha fatto eco Simone Pepe, il quale ha aggiunto che “Cassano è certamente una pedina importante nello scacchiere blucerchiato, ma non è detto che una sua eventuale assenza costituisca per noi un vantaggio”. In questa sfida tutta da 4-4-2, Gianni De Biasi sembra intenzionato a confermare la frizzante coppia offensiva vista a Parma, cioè quella formata da Sanchez e Di Natale, mentre a centrocampo il rientro di Inler permetterà al tecnico di spostare Isla sulla fascia sinistra, con D’Agostino pronto a riprendere il suo posto in cabina di regia.

Palermo-Fiorentina – il ns. prono Over (1.95) – Goal (1.70) – x2 (1.50)

Maurizio Zamparini, a Palermo per caricare i suoi in vista della sfida con la Fiorentina, risponde a raffica ai cronisti. “A mio avviso si affrontano due squadre che si equivalgono, può essere un match indicativo, ma non decisivo”. Non sono ancora sopite, intanto, le polemiche sulle telecronache di Sky. “Domenica a Napoli ho visto una situazione in cui un fallo netto da rigore è stato dipinto come intervento regolare sul pallone”, dice il presidente rosanero. “Ho pensato che non fosse un commento veritiero. Vorrei che Sky facesse le partite come accadeva prima: in modo oggettivo, senza commenti personali dei telecronisti. Perché poi se a Napoli gli regalano un paio di scarpe o una pizza, magari qualcosa nei commenti cambia”. Prandelli, il tecnico della Fiorentina, ha espresso un discreto ottimismo alla vigilia del delicato match del Barbera: “La formazione sarà quella migliore che potrò schierare anche se ho 2-3 dubbi, quindi più giocatori meritano di andare in campo. Vogliamo andare a Palermo per fare risultato, contro una squadra difficile da affrontare e che da pochi riferimenti. Dovremo avere grandissima attenzione tattica”. Sulla probabile formazione: “I dubbi sono relativi a Cristian Mutu, che ieri ha avuto un leggero problemino, ma spero che sia disponibile; abbiamo recuperato Stevan Jovetic, dal punto di vista fisico non ha perso nulla, l’unico problema era il lavoro con la palla. Se dovessi avere un dubbio per Mutu sicuramente penserei a lui. Comotto è in dubbio. Ci vuole prudenza per Marco Marchionni e Alessandro Gamberini. Spero di sciogliere questi dubbi dopo l’allenamento. Bolatti? Si è allenato tre giorni con la squadra, sta abbastanza bene, verrà in panchina e in caso di bisogno andrà in campo. E’ un giocatore che conosciamo, ma con il gruppo ha lavorato poco: ha capacità di vedere gioco, di trovare la posizione. Ora sta a lui capire le caratteristiche degli altri giocatori e trovare il ritmo gara”.

Bologna-Bari – il ns. prono x (3.10) – Goal (1.75)

Ancora una trasferta per il Bari di Ventura. Dopo la gita in quel di Marassi a casa del Genoa dove i galletti sono riusciti a strappare un pareggio ai rossoblù di Gasperini, la formazione pugliese è attesa nella seconda di ritorno al Dall’Ara dal Bologna. Gli uomini di Colomba sono reduci dal 2-2 contro l’Atalanta, un risultato che ha contribuito a risollevare il morale in casa Bologna e che si aggiunge al 2-1 rifilato alla Fiorentina nell’ultima di andata. Quattro punti nelle ultime due partiteun buon bottino per il Bologna che deve cercare di uscire dalla zona bassa della classifica. I felsinei dovranno proseguire per questa strada se vogliono ottenere la salvezza. Ora sono quart’ultimi, a 20 punti con Udinese e Lazio, davanti a Atalanta, Catania e Siena. Dall’altra parte il Bari, nono con 29 punti, che non vince da tre partite (ha collezionato due pareggi e una sconfitta negli ultimi tre incontri) e che ha bisogno dei tre punti per rimanere nella zona che conta. Qualche problema per Ventura in questa trasferta. Il tecnico biancorosso non potrà contare su Parisi, ko mercoledì durante il match con l’Atalanta. La risonanza magnetica a cui il giocatore si è sottoposto, ha rilevato una lesione al collaterale interno del ginocchio sinistro. Non dovrà sottoporsi a un intervento chirurgico, ma rimarrà fuori due mesi. Ventura recupera, però, Sasà Masiello che ha già fatto una comparsata durante il match con il Genoa e che partirà sicuramente titolare in difesa. Intanto, è tornato ad allenarsi in gruppo Stellini ed è rientrato dal Sudafrica Diamoutene, dopo l’eliminazione del suo Mali. Ventura potrebbe puntare su un 4-4-2, oltre al recuperato Masiello, spazio a Bonucci, all’altro Masiello, Andrea, e a Belmonte. A centrocampo intoccabile Almiron, affiancato da Koman e Alvarez sulle fasce, ballottaggio Gazzi-Donati. Tandem d’attaccao Barreto-Meggiorini. Per quanto riguarda il Bologna, invece, Colomba potrebbe affidarsi alla formazione che ha battuto la Fiorentina domenica scorsa. In porta non ci sarà Viviano, che nell’allenamento di giovedì ha rimediato una frattura composta dell’alluce sinistro e rimarrà fuori per un mese. Al suo posto, dunque, Colombo. Difesa a quattro con Raggi, Portanova, Britos e Lanna. C’è qualche riserva proprio su Britos, alle prese con una leggera distorsione alla caviglia destra, che tra l’altro è tra i diffidati insieme a Guana. In caso non recuperi, c’è pronto Moras. A centrocampo confermato Casarini, che disputa la sua quinta partita consecutiva da titolare, dal lato opposto Valiani, a completare il reparto Guana e Mingazzini, anche se quest’ultimo ha riportato un affaticamento muscolare e potrebbe essere sostituito da Mudingay. In attacco Di Vaio, che sta attraversando un buon momento come dimostrano i tre gol nelle ultime due partite, supportato da Gimenez.

Genoa-Atalanta – il ns. prono Over (1.88) – 2 (4.50)

Dopo i pareggi ottenuti nel recupero di mercoledì, le due squadre si preparano ora ad assaporare la vittoria. Sia la Dea che il Grifone, infatti, non stanno attraversando un bel periodo, anche se, per quanto riguarda gli orobici, sembra che la cura Mutti stia rigenerando una squadra, fino a qualche mese fa in rotta di collisione con la Serie B. Tra i rossoblù per la sfida di domenica Gasperini potrebbe schierare un 3-4-3. Restano in forse Papasthatopoulos, Dainelli e Sculli. Il tridente offensivo dovrebbe vedere in campo Suazo, Sculli, Mesto; Rossi, Milanetto, Juric, Criscito a centrocampo e Biava, Dainelli, Bocchetti scudieri della porta di Amelia. Mutti sembrerebbe preferire invece un 4-4-2 con un Tiribocchi supportato in attacco dal rinato Doni; F. Pinto, De Ascentis, Guarente, Padoin a centrocampo e Talamonti, Manfredini, Bellini e Doni in difesa. La partita verrà diretta dall’arbitro Giannoccaro, protagonista assai discusso della stessa sfida lo scorso anno a Marassi, quando annullò un gol valido a Milanetto.

Sulle partite fonte – eurosport.it

Articolo   0 Commenti