pronostici 21a giornata Serie a, scommesse serie a, anticipi 21a giornata serie a, catania parma, juventus - roma, juventus roma, juve roma, ciro ferrara, claudio ranieri, blanc, del piero, amauri, candreva, cannavaro, buffon, de rossi, totti toni, totti, toni, vucinic, olimpico, panchina hiddink, probabili formazioni juventus roma, formazioni 21a giornata serie a
CALCIO - COPPA D'AFRICA - Da domenica i quarti: spicca Egitto-Camerun, l'Angola sogna...Precedente
CALCIO - LE MULTIPLE DEL GIORNO 23/1Prossimo
Breaking News
  • Calcio Extra: i pronostici del 1° GiugnoSCOMMESSA AGEVOLE: CSD Rangers - Universidad de Conception Under 2,5 (1.69) CILE Palestino - Colo Colo gol (1.50) CILE Sligo Rovers - Shamrock  Rovers No Gol (1.72) IRL FH Hafnarfjordur - Vikingur 1 (1.26) [...]
  • Tennis, Open di Francia: i pronostici del 1° GiugnoErnests Gulbis - Roger Federer 2 (1.40) Jo Wilfried Tsonga - Novak Djokovic 2 (1.10) Milos Raonic - Marcel Granollers 1 (1.20) Garbine Muguruza - Pauline Permentier 1 (1.20) Ajla Tomljanovic - Carla Suarez [...]
  • Tennis, Open di Francia: i pronostici del 30 MaggioDaniela Hantuchova - Angelique Kerber 2 (1.25) Spears/Peya - Melzer/Melzer 1 (1.55) Coin/Mahut - Hradecka/Fyrstenberg 2 (1.40) Shvedova/Soares - Dellacqua/Murray 1 (1.60) Lim/Chardy - Johansson/Mannarino 1 (1.50) Chan/Mirniy - Mledenovic/Nestor 2 (1.40) Medina Guarrigues/Marrero - Cornet/Eysseric [...]

Azzeccare i pronostici è la nostra specialità

Sticky: CALCIO – SERIE A – Anticipi 21a Giornata – Juve-Roma crocevia di stagione… aprono alla ricerca dei 3 punti Catania-Parma…

Articolo   0 Commenti
Line Spacing+- AGrandezza testo+- Stampa articolo

Catania-Parma – il ns. prono Goal (1.75) – x (3.10)

Al Parma i tre punti mancano davvero da troppo tempo. Una squadra, quella di Ghirardi, arrivata addirittura essere quarta in classifica in solitaria con quattro punti di vantaggio sulla quinta, e che invece nelle ultime sei partite ha raccolto la miseria di tre punti, uno nelle ultime quattro (contro l’Udinese), dopo aver perso – consecutivamente – contro Roma, Juve e Livorno. Un ruolino di marcia che va assolutamente invertito, anche perchè il Parma vuole tornare a essere l’unica vera rivelazione del campionato. Certo, 29 punti in 20 partite sono comunque un ottimo bottino per una neopromossa, ma il fatto di non conquistare i tre punti da più di due mesi (l’ultima gioia in trasferta sul campo della Fiorentina il 21 novembre) non può essere considerato un fattore facile da digerire per tutto l’ambiente ducale. Contro il Catania, al Massimino, Guidolin sarà costretto – come spesso gli è accaduto in questo ultimo periodo – a inventarsi la formazione. Non ci saranno Galloppa, Lanzafame e Zaccardo per squalifica, mentre salteranno il match per infortunio anche Paloschi e Mariga. Zenoni negli ultimi giorni si è allenato a parte: dovrebbe comunque recuperare, anche se Guidolin sembra orientato a schierare il suo Parma con un “rivisitato” 4-5-1. Sulle fasce Castellini e Biabiany, punta centrale Amoruso, anche se in panchina scalpita Bojinov. Nel Catania, invece, c’è grande attesa per vedere all’opera il nuovo acquisto Maxi Lopez. Il 26enne argentino prelevato dal Gremio, tuttavia, contro il Parma non ci sarà: Mihailovic, in attesa di poterlo schierare, punterà ancora una volta su Mascara e Martinez.

Juventus-Roma – il ns. prono Goal (1.65) – x2 (1.46) – x (3.20)

Ciro Ferrara aspetta la gara di domani sera: “ Non è una sfida tra me e Ranieri, ma tra Juventus e Roma ”. La formazione bianconera è in un momento non certo facile e all’Olimpico arriva l’ex allenatore: “ Io non mi sono certo messo a gufare Ranieri l’anno scorso e non ho tramato contro di lui, non è nel mio carattere – ha detto il tecnico – E’ ovvio che c’è qualche motivo rivalsa per lui, ma scenderanno in campo i giocatori ”. Durante questo momento difficile, si è fatto spesso in nome di Guus Hiddink, il cui procuratore ha rivelato di aver parlato con il club torinese: “ Credo molto di più a quelle che sono le parole del presidente, mi ha ripetuto che non ha avuto nessun tipo di contatto. Non è la prima volta, ci sta comunque che vengano fuori. Certo che se ha rifiutato quell’offerta… ”. Con la Roma è un’altra gara decisiva: “ Di momenti importanti ce ne sono sempre, quello di domani è un altro ”. E’ arrivato Candreva, un nuovo uomo per il centrocampo: “ E’ arrivato qui perché ha dimostrato di avere buone qualità. Ho parlato con lui ed ha le idee chiare su quello che è l’impegno. Indossare la maglia della Juve è importante e non è facile. Credo che lui possa ricoprire i vari ruoli del centrocampo e l’ha già fatto con il Livorno ”. Dall’inizio? “ E’ possibile ”. L’altra buona notizia sono le condizioni fisiche di Sissoko: “ E’ pronto per giocare, in buona condizione ed ha recuperato dall’infortunio ”. I giallorossi stanno vivendo un ottimo momento: “ Preferisco giocare queste partite, loro vengono da dodici risultati utili consecutivi e sono in un ottimo momento. Giocano sull’entusiasmo, noi vogliamo fare bene ed interrompere il nostro momento negativo ”. Anche per risalire in classifica: “ Dobbiamo non guardare né avanti, né indietro. Cerchiamo di riacquistare il nostro cammino, ritornare sulla strada giusta per rimetterci a correre ”. Il mondo del calcio è sempre più simile a quello della politica: dire la verità, quindi, conviene fino a un certo punto. E Claudio Ranieri, da uomo d’esperienza qual è, non vuole accendere i toni di una partita come Juventus-Roma, già decisiva anche solo guardando la classifica e tralasciando gli incroci di un passato troppo recente per essere dimenticato. Il mister giallorosso non è completamente sincero quando dice che nei confronti della Juve “non c’è voglia di rivalsa”. Perché se è vero che Ranieri “saluterà tutti con piacere”, è anche vero che quel ‘tutti’ si riferisce ai giocatori e al criticatissimo Ferrara, non certo ai dirigenti bianconeri, cui il tecnico romano farebbe volentieri uno sgambetto dopo l’esonero della scorsa primavera, una scelta che – col senno di poi – si è rivelata suicida. In ogni caso, Ranieri ora preferisce parlare del suo presente, cioè la Roma e Francesco Totti, che “non può essere al top perché è fermo da tempo”. Il pensiero del tridente comunque rimane: “Lo abbiamo già fatto, anche se con Menez. Stasera (venerdì, ndr) deciderò serenamente. Non sono né certo, né ho dubbi, voglio valutare con calma”. Nella formazione titolare in nomi di Totti e Luca Toni quasi certamente ci saranno: il ballottaggio sembra tra Vucinic e Taddei, visto che il secondo offre una copertura maggiore difensivamente; il montenegrino, però, rimane in vantaggio. Chi non è nemmeno entrato nella lista dei convocati è Julio Baptista, che dopo il naufragio della trattativa per il passaggio all’Inter sembra sempre più un corpo estraneo all’interno della squadra giallorossa: Ranieri sottolinea come il brasiliano soffra di “un affaticamento a tutte e due le gambe; mi spiace, ma si gioca ogni 3 giorni”. Lo strappo, però, è ormai evidente: il futuro della Bestia sarà lontano dalla Capitale… Chi invece non si muove da Trigoria è Daniele De Rossi. “Non lo vendo neanche per 80 milioni”, ha tuonato l’allenatore rispondendo alle voci di mercato riguardo a un interessamento del Real Madrid nei confronti del mediano romanista. I dirigenti giallorossi potrebbero avere un’opinione diversa, ma se ne riparlerà a giugno. L’attualità, invece, ci riporta alla Juventus: “Ho un buon ricordo di tutti a Torino (ancora quel ‘tutti’… ndr), ma non so che accoglienza attendermi”, ha sottolineato Ranieri, che non si illude poi leggendo la lista dei tanti assenti juventini: “La rosa della Juventus è costruita per competere su 3 fronti… Chi manca manca, ma la squadra c’è”. E anche un po’ di voglia di rivincita, diciamolo…

Sulle partite fonte – eurosport.it

Articolo   0 Commenti