21a Giornata serie A, balotelli, beckham, borriello, derby di milano, inter - milan, leonardo, milito, Mourinho, pandev, probabili formazioni inter milan, pronostici, pronostici inter milan, ronaldinho, scommesse, sfida inter milan, ultimissime probabili formazioni inter milan
BASKET-LE MULTIPLE NBA DELLA NOTTE 23/1Precedente
CALCIO - LE SINGOLE DEL GIORNO 23/1Prossimo
Breaking News
  • Calcio Extra: i pronostici del 1° GiugnoSCOMMESSA AGEVOLE: CSD Rangers - Universidad de Conception Under 2,5 (1.69) CILE Palestino - Colo Colo gol (1.50) CILE Sligo Rovers - Shamrock  Rovers No Gol (1.72) IRL FH Hafnarfjordur - Vikingur 1 (1.26) [...]
  • Tennis, Open di Francia: i pronostici del 1° GiugnoErnests Gulbis - Roger Federer 2 (1.40) Jo Wilfried Tsonga - Novak Djokovic 2 (1.10) Milos Raonic - Marcel Granollers 1 (1.20) Garbine Muguruza - Pauline Permentier 1 (1.20) Ajla Tomljanovic - Carla Suarez [...]
  • Tennis, Open di Francia: i pronostici del 30 MaggioDaniela Hantuchova - Angelique Kerber 2 (1.25) Spears/Peya - Melzer/Melzer 1 (1.55) Coin/Mahut - Hradecka/Fyrstenberg 2 (1.40) Shvedova/Soares - Dellacqua/Murray 1 (1.60) Lim/Chardy - Johansson/Mannarino 1 (1.50) Chan/Mirniy - Mledenovic/Nestor 2 (1.40) Medina Guarrigues/Marrero - Cornet/Eysseric [...]

Azzeccare i pronostici è la nostra specialità

CALCIO – SERIE A – Ultimissime dai ritiri… aspettando il derby: Ronaldinho carica i suoi… e ai punti è grande equilibrio…

Articolo   0 Commenti
Line Spacing+- AGrandezza testo+- Stampa articolo

Le ultimissime dai ritiri:

INTER - Niente da fare per Stankovic, non convocato per il derby di domenica sera. Buone notizie, invece, da Muntari e Thiago Mott, inseriti da Mourinho nella lista. Sneijder, invece, dovrebbe recuperare nonostante la febbre di ieri. Con Chivu infortunato, Santon dovrebbe agire a sinistra, con Zanetti e Cambiasso e uno tra Muntari e Mottaa centrocampo. In attacco Pandev favorito su Balotelli per affiancare Milito.

 

MILAN – Per il terzo giorno di fila Nesta non si allenato, ma ancora non è esclusa in maniera definitiva la sua presenza nel derby di domenica sera. Gli esami hanno evidenziato qualche miglioramento nella zona muscolo-tendinea della coscia destra infortunata contro il Siena, ma solo oggi (sabato) si capirà se la fisioterapia ha fatto effetto e il difensore sarà della partita. Altrimenti Favalli è pronto ad affiancare Thiago Silva. Leonardo dovrà rinunciare a Pato (in Brasile a curare un infortunio muscolare alla coscia) e Zambrotta, il cui recupero é previsto per l’inizio della prossima settimana. E’ invece tornato a disposizione Seedorf, che domenica dovrebbe esserci, almeno in panchina.

Moratti lo teme. Teme lui più di tutti. E Ronaldinho se la ride. E’ in forma e lo sa, la tripletta con il Siena lo ha caricato ancora di più e adesso non vede l’ora di giocare questo derby. Il suo Milan va veloce, segue i ritmi brasiliani e sembra si stiano divertendo tutti. “Sono felice per il momento che sto passando – ha detto Dinho a Sky Sport – ma ancora di più per quello che sta facendo la squadra. Io cerco sempre di aiutare i miei compagni con gol e assist, è il mio lavoro, ma non gioco solo. È tutto il Milan che sta attraversando un momento bellissimo e questo perché tutti stanno facendo al meglio il loro lavoro: ognuno fa la sua parte ed è tutto più facile”. Tutti per Ronaldinho allora. Dai compagni agli scommettitori. Tutti pensano possa essere lui l’uomo derby. Lui fa il modesto e ribadisce: “Chiunque entra in campo può essere l’uomo derby, io sono contento di arrivare bene a questa sfida e farò del mio meglio per aiutare la squadra a vincere”. E dimenticare il 4-0 dell’andata. “Bisognerà fare attenzione a tutti – sottolinea -. L’Inter ha un grandissimo presidente, un grandissimo allenatore, calciatori di altissimo livello: è una delle squadre più forti al mondo e bisogna tenere sempre alta la concentrazione per non avere brutte sorprese. Se stiamo attenti per tutti i novanta minuti non avremo brutte sorprese e non passeremo quello che abbiamo passato nel primo derby. Altrimenti potrebbe finire con lo stesso risultato. Impariamo dagli errori di quella sera e stavolta cerchiamo di vincere”. Affronterà il suo amico Maicon: “Quando siamo insieme non parliamo di calcio. È sempre un piacere stare con lui, nel suo ruolo è il più forte al mondo”. Ritmi brasiliani, si diceva. E molto del merito è di Leonardo. “Lui mi fa giocare in una posizione a cui sono abituato, dove ho giocato per molti anni al Barcellona e lavorare con un allenatore che è anche un amico è una motivazione in più. Sa cosa mi fa bene e questo mi aiuta di certo. La nazionale? Adesso la mia testa è al 100% sul Milan, penso solo a fare bene qui e lascio che le cose vadano avanti naturalmente. Il mio desiderio? Qui sono molto felice, tutto può succedere ma spero di rimanere rossonero per molti anni ancora”.

Ecco come si è giocata ai punti la sfida per la redazione di Eurosport.it:

 

JULIO CESAR vs DIDA: 1

 

Il rossonero è in un buon momento ed è tornato ad essere un portiere di assoluta affidabilità, cosa non certo scontata ad inizio stagione. Qualche anno fa probabilmente questa sfida l’avrebbe vinta lui, ma in quest’epoca Julio Cesar, in Italia, la fa da padrone.

 

MAICON vs ABATE: 1

 

Sicuramente non la miglior stagione per il terzino brasiliano, Abate invece è stato una di quelle risorse che non ti aspetti per il nuovo Milan di Leonardo. Ma per il momento non è ancora abbastanza contro il più bravo di tutti in quella posizione.

 

LUCIO vs THIAGO SILVA: 2

 

E questa è tosta, perchè entrambi si sono dimostrati degli acquisti più che azzeccati, forse i migliori per quanto riguarda il mercato estivo della nostra Serie A. Dunga sceglierebbe il nerazzurro, noi ci sbilanciamo a favore del rossonero.

 

SAMUEL vs NESTA: 1

 

Nesta, ad oggi, è più no che sì, e anche se alla fine dovesse decidere di stringere i denti e scendere in campo lo farà sicuramente non al meglio della condizione. Per questo ci sentiamo di puntare sull’argentino, che sembra dare più garanzie, almeno da un punto di vista fisico.

 

SANTON vs ANTONINI: 2

 

Affascinante sfida tra i due terzini costruiti in casa: nelle ultime settimane il rossonero ha stupito tutti, soprattutto da un punto di vista fisico. Questo per lui è il miglior momento da quando è tornato alla base. Discorso contrario per “il bambino”, che non sta confermando i livelli dello scorso anno. Ma il derby è una di quelle partite che possono far girare una stagione.

 

ZANETTI vs AMBROSINI: 2

 

Duello tra capitani che pende verso il rossonero, seppur di poco. Nonostante la costante e insostituibile generosità dell’interista argentino, infatti, la crescita di Ambrosini negli ultimi mesi è innegabile e non è un caso se ora se ne riparla in chiave Nazionale.

 

CAMBIASSO vs GATTUSO: X

 

Due formidabili combattenti della linea mediana, un tempo davvero insostituibili nei rispettivi schieramenti. Per entrambi, però, questa è una stagione in chiaro-scuro, rovinata da infortuni che non hanno ancora permesso loro di esprimersi ai massimi livelli con continuità. Sfida che termina quindi in parità.

 

SNEIJDER vs PIRLO: 1

 

Il regista rossonero è in crescita, come dimostra l’assist a Borriello nella sfida contro il Siena, ma la scintilla portata in Serie A dal trequartista olandese è stata davvero incredibile: il derby d’andata è stato quello dell’esordio, il ritorno potrebbe rappresentare la sua consacrazione, o almeno se lo augurano i tifosi del Biscione.

 

PANDEV vs BECKHAM: 1

 

L’inglese ha regalato equilibrio al 4-3-3 del Milan, ma deve ancora raggiungere la miglior condizione per diventare decisivo. Il macedone, invece, è entrato come un fulmine negli schemi di Mourinho sorprendendo anche i più ottimisti. Il momento di forma, insomma, dice Pandev…

 

BALOTELLI vs RONALDINHO: 2

 

Genio e sregolatezza per questa supersfida tra due sicuri protagonisti del derby: di questi tempi, viene più facile associare la parola “genio” a Ronaldinho e la parola “sregolatezza” a Balotelli, tanto più in un match ad alta tensione come una stracittadina…

 

MILITO vs BORRIELLO: 2

 

Il valore di Diego Milito non si discute, ci mancherebbe, ma lo stato di forma di Borriello in questo momento è invidiabile: il gol contro il Siena è l’emblema di un sogno che non vuole finire, un sogno chiamato Scudetto.

 

Fonti – eurosport/gazzetta.it

Articolo   0 Commenti