Serie A: ok Milan e Napoli, ko Lazio ed Inter
Il GranPremio di Roma non si farà, ora si punta alle  Olimpiadi del 2020Precedente
Premier League: ko City, volano United e Arsenal   Prossimo
Breaking News
  • Calcio Extra: i pronostici del 1° GiugnoSCOMMESSA AGEVOLE: CSD Rangers - Universidad de Conception Under 2,5 (1.69) CILE Palestino - Colo Colo gol (1.50) CILE Sligo Rovers - Shamrock  Rovers No Gol (1.72) IRL FH Hafnarfjordur - Vikingur 1 (1.26) [...]
  • Tennis, Open di Francia: i pronostici del 1° GiugnoErnests Gulbis - Roger Federer 2 (1.40) Jo Wilfried Tsonga - Novak Djokovic 2 (1.10) Milos Raonic - Marcel Granollers 1 (1.20) Garbine Muguruza - Pauline Permentier 1 (1.20) Ajla Tomljanovic - Carla Suarez [...]
  • Tennis, Open di Francia: i pronostici del 30 MaggioDaniela Hantuchova - Angelique Kerber 2 (1.25) Spears/Peya - Melzer/Melzer 1 (1.55) Coin/Mahut - Hradecka/Fyrstenberg 2 (1.40) Shvedova/Soares - Dellacqua/Murray 1 (1.60) Lim/Chardy - Johansson/Mannarino 1 (1.50) Chan/Mirniy - Mledenovic/Nestor 2 (1.40) Medina Guarrigues/Marrero - Cornet/Eysseric [...]

Azzeccare i pronostici è la nostra specialità

Serie A: ok Milan e Napoli, ko Lazio ed Inter

Articolo   0 Commenti
Line Spacing+- AGrandezza testo+- Stampa articolo
Serie A: ok Milan e Napoli, ko Lazio ed Inter

Allungano rossoneri e partenopei, perdono terreno biancocelesti e nerazzurri

DOPPIO 2-0…. – Il Milan fatica non poco ma alla fine batte un Cesena mai domo. I rossoneri scendevano in campo conoscendo già i risultati delle altre squadre, e dunque con tutta la pressione di chi deve per forza far risultato. I primi minuti sono tutti bianconeri, con Abbiati che deve salvare prima su Malonga, poi su Schelotto. Il Milan, già in emergenza, perde anche Nesta. Alla mezz’ora si vede il Milan, che costruisce e trova buona occasioni prima con Ibra e poi con Antonini, che sprecano malamente soli davanti ad Antonini. Il vantaggio arriva però al 45’, quando Pellegrino, nel tentativo di anticipare lo svedese, centra l’angolo basso della propria porta: 1-0 e secondo autogol consecutivo per lo sfortunato quanto deleterio difensore. Nella ripresa il Milan cerca il raddoppio ma non trova la porta, soffrendo stanchezza e uno schieramento improvvisato: il Cesena non molla ma deve arrendersi nei minuti finali quando Ibrahimovic confeziona un gol dei suoi e manda tutti a casa.

2-0 anche per il Napoli, che espugna Bari e si porta al secondo posto in solitaria. Gli azzurri fanno la gara dal primo minuto e mettono in difficoltà il Bari specie con Maggio, devastante sulla destra, e con un Lavezzi in gran spolvero. Il vantaggio arriva al 32’: punizione di Cavani, piatto in area di Lavezzi e rete: vantaggio meritato al termine di un primo tempo giocato ad una sola porta.  Nella ripresa, Parisi pensa bene di beccare il secondo giallo, annichilendo ogni velleità di rimonta dei suoi. E così, arriva il raddoppio, ancora sull’asse Lavezzi-Cavani, ma stavolta è l’uruguagio a fare centro, rispondendo a Di Natale con cui divide il trono di capocannoniere: questo Napoli è davvero l’anti-Milan?

…E DOPPIO 3-1 – Cadono invece altre due inseguitrici, entrambe battute 3-1. La Lazio a Bologna praticamente non entra mai in campo. La partita la fanno i felsinei fin dai primi minuti, anche se alla prima azione passano i biancocelest: Floccari salta due uomini e serve Hernanes, il Profeta chiude il triangolo mettendo il calabrese solo davanti a Viviano, posizione da cui non si può sbagliare: 0-1 al 5’. Ma il Bologna non ci sta, la Lazio si chiude come se i minuti fossero 89 e rischia, prima con Di Vaio, poi con Moras. L’occasionissima arriva alla mezz’ora, con Brocchi che crossa dalla destra e Floccari che colpisce di testa a botta sicura: Viviano compie un miracolo. E’il punto di rottura: lancio lungo per Ramirez che batte Dias in velocità e trafigge Muslera: due minuti dopo, show di Di Vaio a sinistra, l’attaccante salta due uomini e si presenta a tu per tu con Muslera: 2-1 in due minuti. Il copione nella ripresa vede la Lazio attaccare confusamente, mantre il Bologna sfiora l 3-1 che arriva puntuale al 90’, dopo una mini-rissa in campo che porta all’espulsione di Dias. Follia di Zarate dopo il fischio finale: l’argentino scaglia la palla in testa a Rubin, colpisce involontariamente con una manata un assistente, si parla anche di uno sputo: per i biancocelesti una giornata davvero da dimenticare

E non ride nemmeno l’Inter, che cade ad Udine e vede allontanarsi la vetta. I nerazzurri passano nei primi minuti con un destro di Stankovic, ma l’Udinese si conferma una delle squadre più in forma del momento e riesce  a ribaltare il risultato prima del fischio di fine frazione: pareggia Zapata di sinistro, poi Di Natale su punizione dubbia colpisce: è 2-1 dopo 45’. La ripresa prevederebbe la reazione nerazzurra, ma così non è: domina anzi l’Udinese, che sfiora ripetutamente il 3-1, e lo trova poi con Domizzi, che devia in area con un colpo da centravanti una palla a campanile proveniente da un colpo di testa di Asamoah. Per l’Inter prima battuta d’arresto del 2011, ma con quest’Udinese è dura per tutti.

ALTRE: 0-0 JUVE – Nelle altre partite, 0-0 in Samp-Juve e Chievo-Genoa, 1-1 tra Fiorentina e Lecce.

Articolo   0 Commenti

CALCIO

Calcio Extra: i pronostici del 1° Giugno

Calcio Extra: i pronostici del 1° Giugno   0

SCOMMESSA AGEVOLE: CSD Rangers - Universidad de Conception Under 2,5 (1.69) CILE Palestino - Colo Colo gol (1.50) CILE Sligo Rovers - Shamrock  Rovers No Gol (1.72) IRL FH Hafnarfjordur - Vikingur 1 (1.26) [...]