formula 1, singapore, gara, sabato, pole position, massa, hamilton, alonso, vincente
ROSSI PER L' OTTAVA VOLTA CAMPIONEPrecedente
TENNIS-MULTIPLA DEL GIORNOProssimo
Breaking News
  • Calcio Extra: i pronostici del 1° GiugnoSCOMMESSA AGEVOLE: CSD Rangers - Universidad de Conception Under 2,5 (1.69) CILE Palestino - Colo Colo gol (1.50) CILE Sligo Rovers - Shamrock  Rovers No Gol (1.72) IRL FH Hafnarfjordur - Vikingur 1 (1.26) [...]
  • Tennis, Open di Francia: i pronostici del 1° GiugnoErnests Gulbis - Roger Federer 2 (1.40) Jo Wilfried Tsonga - Novak Djokovic 2 (1.10) Milos Raonic - Marcel Granollers 1 (1.20) Garbine Muguruza - Pauline Permentier 1 (1.20) Ajla Tomljanovic - Carla Suarez [...]
  • Tennis, Open di Francia: i pronostici del 30 MaggioDaniela Hantuchova - Angelique Kerber 2 (1.25) Spears/Peya - Melzer/Melzer 1 (1.55) Coin/Mahut - Hradecka/Fyrstenberg 2 (1.40) Shvedova/Soares - Dellacqua/Murray 1 (1.60) Lim/Chardy - Johansson/Mannarino 1 (1.50) Chan/Mirniy - Mledenovic/Nestor 2 (1.40) Medina Guarrigues/Marrero - Cornet/Eysseric [...]

Azzeccare i pronostici è la nostra specialità

F1-SORPRESA A SINGAPORE: TRIONFA ALONSO

Articolo   0 Commenti
Line Spacing+- AGrandezza testo+- Stampa articolo

alonso_renault.JPGFernando Alonso e Lewis Hamilton fanno festa, Felipe Massa e Kimi Raikkonen si leccano le ferite. La Ferrari esce con le ossa rotte dalla prima edizione del Gran Premio di Singapore, la prima in notturna della Formula 1: per la Rossa nessun punto per la prima volta dopo 46 gare, il sorpasso subito dalla McLaren nella classifica costruttori e Hamilton a +7 su Massa nel Mondiale piloti. Lo spagnolo della Renault festeggia la prima vittoria stagionale (mancava sul gradino più alto del podio da Monza 2007), il britannico della McLaren vede il titolo piloti a tre gare dalla fine.

Massa scatta dalla pole e mantiene la prima posizione senza intoppi, con Hamilton e Raikkonen subito dietro. Kovalainen e Kubica si toccano, con il finlandese della McLaren che perde due posizioni. Alonso parte bene e salta dalla 15ª alla 12ª posizione. Massa mette subito margine tra sé e il britannico della McLaren. Raikkonen terzo inizialmente perde, poi inanella una serie di giri veloci risucchiando decimi a Hamilton, che sembra in difficoltà.

La gara cambia volto al 15° giro, quando Piquet va a sbattere contro il muro di Marina Bay distruggendo la sua monoposto. In pista entra la safety car che ricompatta il gruppo, consigliando ai piloti di tornare ai box per rifornimento e cambio gomme. Quando lo fa Massa succede l’incredibile: il brasiliano riceve il via libera dai meccanici, ma quando riparte si trascina dietro il bocchettone della benzina, che resta attaccato alla sua monoposto. Il ferrarista è costretto a fermarsi subito dopo, ma col bocchettone attaccato danneggia Sutil che stava rientrando (gli costerà un “drive through”) e Raikkonen che aspettava il proprio turno per rifornire.

Le Ferrari perdono posizioni, lasciando la testa della corsa a Rosberg, che però è rientrato ai box a pit lane ancora chiusa e per questo rimedia uno stop and go come Kubica, macchiatosi della stessa colpa. In testa ci va Alonso, che non appena vede pista libera davanti a sé comincia a premere sull’acceleratore come ai bei tempi, dimenticando d’incanto tutti i guai stagionali della sua Renault.

Massa dopo la penalità finisce nelle retrovie, posizione da cui non riesce più a recuperare. La rimonta invece la firma Raikkonen, che grazie ai sorpassi e al gioco dei pit stop, che lo porta a tornare ai box solamente al 51° giro, torna in zona punti. Hamilton procede senza acuti, accontentandosi di incrementare il proprio vantaggio sul brasiliano della Ferrari nella classifica piloti. Davanti invece Alonso è scatenato, riuscendo a intravedere la sua prima vittoria dal ritorno alla Renault.

La gara sembra destinata a concludersi senza altre emozioni, ma al 51° giro Sutil va a sbattere contro una barriera lasciata libera da Massa, appena ripartito dopo un testa coda, e la safety car torna in pista per ricompattare il gruppo. Si riparte dopo tre giri, con Alonso sempre al comando e Hamilton che mette nel mirino Rosberg per salire al secondo posto e allungare ancora su Massa, ormai alla deriva, nella classifica piloti.

A quattro giri dalla fine anche Raikkonen decide di metterci del suo nel disastro asiatico della Ferrari: il finlandese va a sbattere contro il muro quando era 5° e stava recuperando su Glock, condannando la Rossa a finire per la prima volta senza punti dopo 46 gare.

La festa è tutta per Alonso, che passa per primo sotto la bandiera a scacchi. Rosberg mantiene la seconda posizione, Hamilton si accontenta del gradino più basso del podio e di volare a +7 su Massa nella classifica piloti. A punti anche Glock, Vettel, Heidfeld, Coulthard e Nakajima. Per la Ferrari è notte fonda.

Fonte: gazzetta.it

Articolo   0 Commenti

FORMULA 1

Formula 1: quote e pronostici Antepost GP Australia e Mondiale Piloti

Formula 1: quote e pronostici Antepost GP Australia e Mondiale Piloti   0

Certo potremmo aspettare i primi di marzo, giusto in occasione del via del Mondiale di Formula 1. Ma volete mettere il brivido e soprattutto la possibilità di monetizzare maggiormente scommettendo [...]