MOTO GP – Dovizioso vince a Donington
F1 - In Ungheria vince HamiltonPrecedente
CALCIO - PILLOLE DI CALCIO MERCATOProssimo
Breaking News
  • Calcio Extra: i pronostici del 1° GiugnoSCOMMESSA AGEVOLE: CSD Rangers - Universidad de Conception Under 2,5 (1.69) CILE Palestino - Colo Colo gol (1.50) CILE Sligo Rovers - Shamrock  Rovers No Gol (1.72) IRL FH Hafnarfjordur - Vikingur 1 (1.26) [...]
  • Tennis, Open di Francia: i pronostici del 1° GiugnoErnests Gulbis - Roger Federer 2 (1.40) Jo Wilfried Tsonga - Novak Djokovic 2 (1.10) Milos Raonic - Marcel Granollers 1 (1.20) Garbine Muguruza - Pauline Permentier 1 (1.20) Ajla Tomljanovic - Carla Suarez [...]
  • Tennis, Open di Francia: i pronostici del 30 MaggioDaniela Hantuchova - Angelique Kerber 2 (1.25) Spears/Peya - Melzer/Melzer 1 (1.55) Coin/Mahut - Hradecka/Fyrstenberg 2 (1.40) Shvedova/Soares - Dellacqua/Murray 1 (1.60) Lim/Chardy - Johansson/Mannarino 1 (1.50) Chan/Mirniy - Mledenovic/Nestor 2 (1.40) Medina Guarrigues/Marrero - Cornet/Eysseric [...]

Azzeccare i pronostici è la nostra specialità

MOTO GP – Dovizioso vince a Donington

Articolo   0 Commenti
Line Spacing+- AGrandezza testo+- Stampa articolo

Andrea Dovizioso vince il suo primo GP del Motomondiale in Gran Bretagna. Il pilota della Honda trionfa sull’asfalto bagnato di Donington, davanti a Colin Edwards (Yamaha) e Randy De Puniet (Honda). Quarto Alex De Angelis (Honda) che precede Valentino Rossi (Yamaha), scivolato a metà gara. Solo nono Dani Pedrosa (Honda), mentre è caduto Jorge Lorenzo (Yamaha). Disastro Ducati che sbaglia le gomme in partenza: Casey Stoner 14°, Nicky Hayden 15°.

 

Lo chiedevate a gran voce nel blog di Gran Prix e alla fine Andrea Dovizioso vi ha accontentato. A Donington, il pilota della Honda ha conquistato la prima vittoria della MotoGP, un successo meritatissimo, arrivato in una gara difficile dove era un attimo sbagliare, come dimostrato dalle cadute illustri di Rossi e Lorenzo.

 

La cronaca della gara inizia questa volta prima del semaforo verde, quando i due piloti Ducati decidono di partire con le gomme da bagnato. Sono gli unici a fare questa scelta, visto che l’asfalto è ancora asciutto e dal cielo scendono solo piccole e sporadiche gocce di pioggia.

 

Al via parte a cannone Valentino, seguito a ruota da Lorenzo, Pedrosa, Elias e Dovizioso. Stoner invece resta subito intrappolato nel gruppone. I primi giri sono un susseguirsi di sorpassi e di piloti che si alternano al comando. Le Honda sembrano molto competitive e viaggiano in coppia, ma il Dovi sembra quello più carico, mentre Pedrosa non riesce ad essere efficace come l’italiano.

 

Quando Andrea passa in testa si forma un treno ad alta velocità con Jorge, Dani, Elias e Valentino, compatti. il meteo però non è clemente e la pioggerella si fa intermittente, facendo diventare l’asfalto viscido ed insidioso. Soprattutto sui cordoli, come scopre Elias che in apertura di gas si ritrova a volare nelle vie di fuga insieme alla sua Honda.

 

E’ quindi Lorenzo a passare al comando della gara con Valentino, Dovi e Pedrosa alla sue spalle. Dietro intanto Capirossi e Melandri lottano per la top ten, mentre le Ducati spariscono nelle retrovie, pagando l’assurda scelta delle gomme da bagnato.

 

Il colpo di scena arriva dopo otto giri, quando Lorenzo frena sulla riga bianca che delimita la pista dall’erba, sbattendo violentemente a terra. Rossi può così passare al comando, marcato stretto da Dovizioso. Pedrosa invece perde terreno, tanto che viene ripreso da De Puniet. Rossi doppia le Ducati.

 

Nelle retrovie è lotta serrata tra Edwards, Toseland, Capirossi, Melandri e Kallio, ma l’attenzione torna davanti perché cade Valentino, tradito dal posteriore. Così Dovizioso ha strada libera per cavalcare verso la vittoria, anche se Rossi si rialza e rientra in undicesima posizione.

 

Inizia a piovere un po’ più forte: Capirossi e Melandri sono i primi a cambiare moto, mentre Edwards e De Angelis passano un Pedrosa che guida sulle uova; tanto che Toseland se lo passa all’esterno.

 

Arriva anche Valentino a passare Dani e poi James, rimontando fino alla quinta posizione proprio nel finale. Negli ultimi giri è bagarre tra De Puniet ed Edwards, con l’americano che ha la meglio sotto la bandiera a scacchi. Dovizioso taglia così il traguardo di Donington e festeggia la sua prima volta in MotoGP.

 

Ottimo il settimo posto di Melandri, seguito da Canepa, Pedrosa e quindi Kallio a chiudere la top ten. Capirossi undicesimo, precede Talmacsi e Vermeulen, mentre sono ultime le due Ducati di Stoner e Hayden.

 

Fonte: Sportmediaset.it

 

 

Articolo   0 Commenti

MOTOMONDIALE

Motomondiale: quote e pronostici GP San Marino

Motomondiale: quote e pronostici GP San Marino   0

Un italiano non vince a Misano in MotoGp dal 2009 e allora fu Valentino Rossi (primo anche l’anno prima), mentre nelle ultime due edizioni i primi a tagliare il traguardo [...]