Come raccogliere informazioni al tavolo da poker?
Nazionali, pronostici del 15 Novembre 2011Precedente
Poker online: aggredire pre e post flopProssimo
Breaking News
  • Calcio Extra: i pronostici del 1° GiugnoSCOMMESSA AGEVOLE: CSD Rangers - Universidad de Conception Under 2,5 (1.69) CILE Palestino - Colo Colo gol (1.50) CILE Sligo Rovers - Shamrock  Rovers No Gol (1.72) IRL FH Hafnarfjordur - Vikingur 1 (1.26) [...]
  • Tennis, Open di Francia: i pronostici del 1° GiugnoErnests Gulbis - Roger Federer 2 (1.40) Jo Wilfried Tsonga - Novak Djokovic 2 (1.10) Milos Raonic - Marcel Granollers 1 (1.20) Garbine Muguruza - Pauline Permentier 1 (1.20) Ajla Tomljanovic - Carla Suarez [...]
  • Tennis, Open di Francia: i pronostici del 30 MaggioDaniela Hantuchova - Angelique Kerber 2 (1.25) Spears/Peya - Melzer/Melzer 1 (1.55) Coin/Mahut - Hradecka/Fyrstenberg 2 (1.40) Shvedova/Soares - Dellacqua/Murray 1 (1.60) Lim/Chardy - Johansson/Mannarino 1 (1.50) Chan/Mirniy - Mledenovic/Nestor 2 (1.40) Medina Guarrigues/Marrero - Cornet/Eysseric [...]

Azzeccare i pronostici è la nostra specialità

Come raccogliere informazioni al tavolo da poker?

Articolo   0 Commenti
Line Spacing+- AGrandezza testo+- Stampa articolo
Come raccogliere informazioni al tavolo da poker?

Lo studio del tavolo e’ uno dei momenti più delicati del gioco del poker e insieme una delle pratiche più trascurate dai principianti. Spesso però l’occhio non vede perché non sa dove guardare: ecco una piccola guida per migliorare la “mira”.

Uno dei primissimi insegnamenti che qualsiasi supporto didattico da al giocatore di poker è quello di studiare il proprio tavolo. In altre parole, ci verrà dato l’inprintg necessario a comprendere che non è corretta la frase: «Quando foldo non gioco». Anche se non siamo parte attiva della mano abbiamo moltissime informazioni al tavolo da poker pronte ad essere colte ed utilizzate in un secondo momento: il poker è fatto anche di questa fase, quindi ricordatelo sempre, anche se foldate la vostra mano, state ancora giocando!

Premessa a parte, è chiaro come durante un torneo di poker online o di poker live, la conoscenza dei nostri avversari sia di vitale importanza per affrontare gli spot in cui saremo coinvolti al meglio delle nostre possibilità, ma purtroppo, proprio l’inesperienza nel gioco, porta spesso i principianti a trascurare questa importantissima componente del gioco. Ma quali sono i fattori salienti da notare? Vediamoli insieme.
 Per prima cosa dovremo sicuramente tener conto del numero di mani nelle quali entrano i nostri avversari. Come ci ricorda Dan Harrington nel primo volume della sua trilogia inerente ai tornei anche per questa pratica avremo bisogno di un po’ di allenamento. Durante i primissimi tornei infatti saremo in difficoltà nella raccolta di informazioni, o meglio, faticheremo a distinguere le informazioni utili da quelle che invece non lo sono, specialmente nel caso in cui i nostri sforzi si concentrino su tutto quanto il tavolo.
Di conseguenza è buona norma iniziare per piccoli passi prefiggendosi ad esempio di studiare il comportamento del giocatore alla nostra destra e dei due immediatamente successivi a noi alla nostra sinistra. In questo modo cercheremo di capire lo stile di gioco dei due avversari sui quali spesso rilanceremo da posizione e quello del giocatore che spesso rilancerà sul nostro buio. Con il passare del tempo allargheremo il nostro range di attenzione e via via che l’esperienza maturerà ai tavoli riusciremo a ridurre i tempi e contemporaneamente allargare il ventaglio dei giocatori osservati.
Un altro importantissimo fattore di cui tener conto risiede nei betting pattern, ovvero schemi fissi di puntata che, più o meno consciamente, i giocatori poco esperti lasciano intuire. L’esempio classico è quello di puntare poco senza punto e molto con un punto forte. Riuscire a carpire queste informazioni ci aiuterà a leggere la mano dell’avversario ed agire di conseguenza.
Articolo   0 Commenti