tennis, wimbledon, finale, federer, nadal, grand slam
GARA SPETTACOLARE A SILVERSTON, TRIONFO DI HAMILTON!Precedente
CALCIOMERCATO: ECCO LE TRATTATIVE DI OGGIProssimo
Breaking News
  • Calcio Extra: i pronostici del 1° GiugnoSCOMMESSA AGEVOLE: CSD Rangers - Universidad de Conception Under 2,5 (1.69) CILE Palestino - Colo Colo gol (1.50) CILE Sligo Rovers - Shamrock  Rovers No Gol (1.72) IRL FH Hafnarfjordur - Vikingur 1 (1.26) [...]
  • Tennis, Open di Francia: i pronostici del 1° GiugnoErnests Gulbis - Roger Federer 2 (1.40) Jo Wilfried Tsonga - Novak Djokovic 2 (1.10) Milos Raonic - Marcel Granollers 1 (1.20) Garbine Muguruza - Pauline Permentier 1 (1.20) Ajla Tomljanovic - Carla Suarez [...]
  • Tennis, Open di Francia: i pronostici del 30 MaggioDaniela Hantuchova - Angelique Kerber 2 (1.25) Spears/Peya - Melzer/Melzer 1 (1.55) Coin/Mahut - Hradecka/Fyrstenberg 2 (1.40) Shvedova/Soares - Dellacqua/Murray 1 (1.60) Lim/Chardy - Johansson/Mannarino 1 (1.50) Chan/Mirniy - Mledenovic/Nestor 2 (1.40) Medina Guarrigues/Marrero - Cornet/Eysseric [...]

Azzeccare i pronostici è la nostra specialità

E’ NADAL IL NUOVO RE DI WIMBLEDON

Articolo   0 Commenti
Line Spacing+- AGrandezza testo+- Stampa articolo
E’ NADAL IL NUOVO RE DI WIMBLEDON

nadalwimb.jpgNel secolo cinese, tre mesi di Spagna scombussolano gli equilibri dello sport mondiale. E’ iberica la locomotiva d’Europa: su erba, su terra, su strada e su pista, ormai non la ferma nessuno.

Dopo Contador al Giro, dopo le Furie Rosse agli Europei, dopo il primato di Pedrosa in moto, l’ultima impresa è quella di Rafael Nadal a Wimbledon, in fondo alla finale più bella degli ultimi vent’anni.

L’uomo della sabbia – che serve lento e piace da matti alle ragazzine, con quel braccio da Robocop su faccia d’angelo – abbatte un dominio durato cinque anni: il regno inglese di Roger Federer si sbriciola sotto i colpi inattesi di un tennista ormai sgrezzato. Vittoria in quasi cinque sfibranti ore, e in cinque set: 6-4, 6-4, 6-7, 6-7, 9-7. Grazie al quinto Slam in carriera, il primo lontano da Parigi, il ragazzo di Manacor diventa, di fatto, il numero uno del tennis mondiale. Anche se il computer non lo dice.

Tra una pioggia e l’altra (al terzo set, sospensione durata più di un’ora), l’amata erbetta di Wimbledon si è trasformata in fango sotto il fettone di Federer, a caccia dei sette trionfi londinesi del recordman Pete Sampras. Le sabbie mobili del campo centrale hanno inghiottito tutto dello svizzero: certezze, rovescio, aria di “casa”.

Poca differenza nei punti conquistati, ma Nadal ha giocato meglio quelli importanti. Inizialmente nervoso, impreciso, gattino bagnato, allo svizzero non è bastata una seconda parte di grande livello: tre match point annullati in circostanze psicologiche difficilissime. A tratti, Federer è sembrato il pesce fuor d’acqua di un mese fa a Parigi, nella finale del Roland Garros. Anche allora vinse Nadal: il re della terra. Che ha conquistato le praterie e allargato a dismisura i confini spagnoli.

Fonte: sportmediaset.it

Articolo   0 Commenti