Full Tilt Poker: è fatta, Tapie l’acquista per $ 80.000.000
Tennis, pronostici del 21 Novembre: favoriti Murray e DjokovicPrecedente
Centrata la scommessa sul Calcio ExtraProssimo
Breaking News
  • Calcio Extra: i pronostici del 1° GiugnoSCOMMESSA AGEVOLE: CSD Rangers - Universidad de Conception Under 2,5 (1.69) CILE Palestino - Colo Colo gol (1.50) CILE Sligo Rovers - Shamrock  Rovers No Gol (1.72) IRL FH Hafnarfjordur - Vikingur 1 (1.26) [...]
  • Tennis, Open di Francia: i pronostici del 1° GiugnoErnests Gulbis - Roger Federer 2 (1.40) Jo Wilfried Tsonga - Novak Djokovic 2 (1.10) Milos Raonic - Marcel Granollers 1 (1.20) Garbine Muguruza - Pauline Permentier 1 (1.20) Ajla Tomljanovic - Carla Suarez [...]
  • Tennis, Open di Francia: i pronostici del 30 MaggioDaniela Hantuchova - Angelique Kerber 2 (1.25) Spears/Peya - Melzer/Melzer 1 (1.55) Coin/Mahut - Hradecka/Fyrstenberg 2 (1.40) Shvedova/Soares - Dellacqua/Murray 1 (1.60) Lim/Chardy - Johansson/Mannarino 1 (1.50) Chan/Mirniy - Mledenovic/Nestor 2 (1.40) Medina Guarrigues/Marrero - Cornet/Eysseric [...]

Azzeccare i pronostici è la nostra specialità

Full Tilt Poker: è fatta, Tapie l’acquista per $ 80.000.000

Articolo   0 Commenti
Line Spacing+- AGrandezza testo+- Stampa articolo
Full Tilt Poker: è fatta, Tapie l’acquista per $ 80.000.000

Ricordatevi questo giorno, 17 novembre 2011, poiché è da qui che parte finalmente la rinascita di Full Tilt Poker, acquistata definitivamente dal francese Bernard Tapie per ben $80.000.000. Il momento che tutti aspettavano è arrivato.

La notizia è rimbombata in tutto il mondo nella notte, quando finalmente s’è trovato l’accordo definitivo tra il gruppo Bernard Tapie e il Dipartimento di Giustizia USA, accordo che ha dato il via libera alla consegna del testimone nelle mani dei francesi. Full Tilt Poker è stata così acquistata da Bernard Tapie per $80.000.000.

Il Gruppo Bernard Tapie, in base agli accordi presi con il Dipartimento di Giustizia, dovrà impegnarsi a rimborsare tutti i giocatori non residenti negli stati uniti d’America, per una “Modica” cifra che si aggirerebbe intorno ai $150.000.000. Mentre per i giocatori USA la strada per “Riabbracciare” i propri soldi è più complicata, poiché dovrà sempre passare attraverso il Dipartimento di Giustizia, è i tempi saranno sicuramente più lunghi.

Nell’accordo si evince inoltre che il Dipartimento di Giustizia ha accettato di chiudere la procedura di decadenza civile contro Full Tilt Poker, in questo modo in nuovi azionisti non dovranno più rispondere ad eventuali richieste di risarcimento causate dalla passata gestione della poker room.

Inoltre, l’accordo prevede che gli attuali direttori di Full Tilt Poker non possono detenere azioni della società.

Nella notte sono poi arrivate anche le conferme da Ray Bitar: “Sono estremamente soddisfatto degli sforzi fatti dal Dipartimento di Giustizia e dal Gruppo Bernard Tapie, sono contento della loro cooperazione e la loro continua dedizione nel perseguire un accordo reciprocamente vantaggioso, che faciliterà il rimborso dei giocatori.”

Si apre così una nuova era per il poker online, e i più ottimisti sono sicuri che il sito potrà riaprire già nel Gennaio prossimo, nei primi giorni del 2012. Tuttavia, se i tempi saranno così veloci poco importa, stiamo aspettando da mesi ormai che qualcosa si sblocchi, se ne passeranno altri due o tre non sarà un dramma, tanto oramai l’obbiettivo è stato raggiunto, Full Tilt Poker sta per essere messa alla luce per la sua seconda volta.

Articolo   0 Commenti