Serie A ai raggi x: Statistiche e le probabili formazioni della 3° giornata
Calcio estero, scommesse del 18 Settembre: in Premier è scontro tra titaniPrecedente
Le quote per la finale degli europei: Spagna - FranciaProssimo
Breaking News
  • Calcio Extra: i pronostici del 1° GiugnoSCOMMESSA AGEVOLE: CSD Rangers - Universidad de Conception Under 2,5 (1.69) CILE Palestino - Colo Colo gol (1.50) CILE Sligo Rovers - Shamrock  Rovers No Gol (1.72) IRL FH Hafnarfjordur - Vikingur 1 (1.26) [...]
  • Tennis, Open di Francia: i pronostici del 1° GiugnoErnests Gulbis - Roger Federer 2 (1.40) Jo Wilfried Tsonga - Novak Djokovic 2 (1.10) Milos Raonic - Marcel Granollers 1 (1.20) Garbine Muguruza - Pauline Permentier 1 (1.20) Ajla Tomljanovic - Carla Suarez [...]
  • Tennis, Open di Francia: i pronostici del 30 MaggioDaniela Hantuchova - Angelique Kerber 2 (1.25) Spears/Peya - Melzer/Melzer 1 (1.55) Coin/Mahut - Hradecka/Fyrstenberg 2 (1.40) Shvedova/Soares - Dellacqua/Murray 1 (1.60) Lim/Chardy - Johansson/Mannarino 1 (1.50) Chan/Mirniy - Mledenovic/Nestor 2 (1.40) Medina Guarrigues/Marrero - Cornet/Eysseric [...]

Azzeccare i pronostici è la nostra specialità

Serie A ai raggi x: Statistiche e le probabili formazioni della 3° giornata

Articolo   0 Commenti
Line Spacing+- AGrandezza testo+- Stampa articolo
Serie A ai raggi x: Statistiche e le probabili formazioni della 3° giornata

ATALANTA – PALERMO

L’Atalanta non vince contro il Palermo da sette sfide nel massimo campionato (tre pari e quattro sconfitte). In casa gli orobici hanno ottenuto due pari e altrettante sconfitte nelle ultime quattro sfide coi rosanero, tuttavia sono andati sempre a segno nelle ultime 11 gare interne contro i siciliani in Serie A. Il Palermo non pareggia da sette gare in Serie A tra questa stagione e la precedente, cinque le vittorie e due le sconfitte. I siciliani hanno subito almeno un gol nelle ultime 10 gare esterne di campionato. Al suo esordio in Serie A, Maximiliano Moralez ha realizzato una doppietta che ha permesso ai bergamaschi di pareggiare a Marassi col Genoa. Con due reti ed un assist, Fabrizio Miccoli ha partecipato attivamente a tre delle quattro marcature del Palermo nella gara d’esordio contro l’Inter. Germán Denis non ha segnato alcun gol nelle sei gare disputate contro il Palermo in campionato. Per Stefano Colantuono una vittoria ed un pareggio nei due precedenti da allenatore contro il Palermo.

PROBABILI FORMAZIONI

Atalanta (4-4-1-1): Consigli; A. Masiello, Lucchini, Manfredini, Peluso; Schelotto, Cigarini, Padoin, Bonaventura; Moralez; Denis.
A disp.: Frezzolini, Capelli, Bellini, Carmona, Brighi, Marilungo, Gabbiadini. All.: Colantuono
Squalificati: Doni (3 anni e 6 mesi)
Indisponibili: Ferreira Pinto, Minotti

Palermo (4-4-2): Tzorvas; Pisano, Silvestre, Migliaccio, Balzaretti; Alvarez, Barreto, Acquah, Ilicic; Miccoli, Hernandez.
A disp.: Benussi, Mantovani, Cetto, Bertolo, Della Rocca, Zahavi, Pinilla. All.: Mangia
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Budan, Di Matteo, Rubinho, Simon

BOLOGNA – LECCE

Il Bologna ha vinto le ultime tre gare di Serie A contro il Lecce e non perde da nove contro i salentini (cinque successi, quattro pareggi). In casa i felsinei sono imbattuti contro i salentini nel massimo campionato: per loro sette vittorie e quattro pari, con un solo gol subito negli ultimi tre precedenti al Dall’Ara. Il Bologna non vince da 10 partite di Serie A ed ha segnato una sola rete nelle ultime otto. I rossoblu hanno ottenuto soltanto tre punti nelle ultime sette gare giocate in casa nello scorso campionato, senza riuscire a segnare alcun gol nelle ultime quattro. Gaby Mudingayi è stato il giocatore della Serie A che ha completato più dribbling nella prima giornata, cinque. Nella prima gara di campionato il Lecce ha trovato lo specchio della porta con solo due delle 14 conclusioni effettuate (precisione del 14%, la più bassa in Serie A). Marco Di Vaio non è riuscito ad effettuare nemmeno un tiro nella gara contro la Fiorentina: in tutta la scorsa stagione era accaduto due sole volte in 38 partite. Pierpaolo Bisoli ha vinto soltanto due delle 13 gare finora disputate in Serie A da allenatore.

PROBABILI FORMAZIONI

Bologna (4-3-1-2): Gillet; Raggi, Portanova, Loria, Morleo; Perez, Mudingayi, Konè; Diamanti; Ramirez, Di Vaio.
A disp.: Agliardi, Casarini, Antonsson, Khrin, Pulzetti, Paponi, Acquafresca. All.: Bisoli.
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Rickler, Cherubin, Gimenez, Cruz

Lecce (4-2-3-1): Julio Sergio; Cuadrado, Tomovic, Esposito, Mesbah; Giandonato, Giacomazzi; Di Michele, Grossmuller, Bertolacci; Corvia.
A disp.: Benassi, Ferrario, Brivio, Obodo, Piatti, Pasquato, Ofere. All.: Di Francesco.
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Olivera, Carrozzieri, Oddo

CATANIA – CESENA

Gli unici precedenti tra Catania e Siena in Serie A sono i due dello scorso anno: vittoria degli etnei per 2-0 al Massimino, pareggio 1-1 al Manuzzi. I rossoazzurri hanno perso solo una delle ultime sei gare disputate in campionato, all’ultima giornata dello scorso campionato a San Siro contro l’Inter (1-3). Il Cesena non pareggia da sette gare di Serie A: quattro le vittorie, tre le sconfitte. Gli etnei hanno vinto sei delle ultime otto gare di campionato giocate al Massimino, perdendo una sola volta. Il Cesena ha segnato esattamente due reti in tutte le ultime quattro trasferte di campionato. Cinque i gol segnati da Adrian Mutu nelle sette gare giocate contro il Catania in Serie A, inclusa una doppietta nell’ultimo confronto (Fiorentina-Catania 3-0 del marzo 2011). Maxi López è andato a segno in entrambe le gare giocate contro il Cesena in campionato nella scorsa stagione. Marco Giampaolo ha ottenuto una vittoria, una sconfitta e due pareggi in Serie A nei quattro precedenti contro il Catania, squadra che ha allenato nella prima parte della scorsa stagione.

PROBABILI FORMAZIONI

Catania (4-3-3): Andujar; Potenza, Bellusci, Spolli, Capuano; Sciacca, Biagianti, Ricchiuti; Gomez, Maxi Lopez, Bergessio.
A disp.: Campagnolo, Marchese, Alvarez, Lodi, Almiron, Catellani, Lanzafame. All.: Montella.
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Legrottaglie, Izco, Llama

Cesena (4-3-3): Ravaglia; Comotto, Von Bergen, Rossi, Lauro; Parolo, Guana, Candreva; Eder, Mutu, Ghezzal.
A disp.: Calderoni, Ceccarelli, Rodriguez, Colucci, Martinez, Malonga, Bogdani. All.: Giampaolo.
Squalificati: Benalouane (1)
Indisponibili: Rennella, Antonioli

LAZIO – GENOA

La Lazio non perde contro il Genoa in Serie A da sette sfide, in virtù di cinque vittorie e due pareggi. All’Olimpico i biancocelesti hanno perso solo una degli ultimi 17 incontri coi grifoni nel massimo campionato (1-2 nel gennaio 2008). Solo contro il Torino (117) il Genoa ha segnato più gol che contro la Lazio (113) in Serie A. La Lazio ha subito esattamente due reti nelle ultime quattro gare di campionato disputate; tuttavia, i biancazzurri sono imbattuti da tre partite (due vittorie per 4-2 nel finale della scorsa stagione ed il 2-2 a San Siro con il Milan). In casa la squadra di Reja ha vinto sette delle ultime nove gare disputate in campionato, completano il parziale un pareggio ed una sconfitta. Il Genoa ha raccolto un solo punto nelle ultime sei trasferte disputate nel finale dello scorso campionato. Due i gol segnati da Rodrigo Palacio nelle due gare giocate da titolare contro la Lazio in Serie A. Nessun pareggio nei cinque precedenti tra Reja e Malesani in Serie A: il tecnico biancoceleste conduce il bilancio per tre vittorie a due.

PROBABILI FORMAZIONI

Lazio (4-2-3-1): Marchetti; Konko, Biava, Dias, Lulic; Ledesma, Brocchi; Sculli, Hernanes, Cissè; Klose.
A disp.: Bizzarri, Diakitè, Stankevicius, Gonzalez, Matuzalem, Rocchi, Kozak. All.: Reja.
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Cana, Radu,
Mauri

Genoa (4-3-1-2): Frey; Mesto, Dainelli, Kaladze, Moretti; Seymour, Veloso, Kucka; Constant; Caracciolo, Palacio.
A disp.: Lupatelli, Granqvist, Sturaro, Antonelli, Jorquera, Jankovic, Pratto. All.: Malesani
Squalificati: Birsa (1)
Indisponibili: Merkel, Ze Eduardo, Scarpi, Rossi, Bovo

NAPOLI – MILAN

Il Napoli non vince contro il Milan da sei sfide in campionato (tre sconfitte e tre pareggi), e ha vinto solo uno solo degli ultimi 16 incontri coi rossoneri in Serie A (3-1 al San Paolo nel maggio 2008). Il Milan è la squadra che ha vinto più volte in casa del Napoli in Serie A (22 volte) Il Napoli è andato a segno nelle ultime 11 gare disputate in campionato, la striscia più lunga tra le 20 squadre della Serie A. Il Milan è imbattuto da nove gare di campionato, tuttavia non è andato oltre il pareggio in tre delle ultime quattro. I rossoneri hanno perso una sola gara di Serie A nel 2011, 0-1 a Palermo lo scorso 19 marzo. Il Milan ha ottenuto 39 punti in trasferta nello scorso campionato, almeno nove in più di ogni altra squadra. I rossoneri hanno vinto sette delle nove gare giocate senza Ibrahimovic nello scorso campionato, il 78%; con lo svedese in campo la percentuale di successi è scesa al 59%. Antonio Cassano è stato colto quattro volte in fuorigioco nella gara con la Lazio, più di ogni altro giocatore nella prima giornata di campionato. Massimiliano Allegri imbattuto contro Walter Mazzarri in Serie A: tre vittorie per il tecnico del Milan e due pareggi il bilancio dei cinque precedenti.

PROBABILI FORMAZIONI

Napoli (3-4-2-1): De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Aronica; Maggio, Inler, Gargano, Dossena; Hamsik, Dzemaili; Cavani.
A disp.: Rosati, Fernandez, Zuniga, Santana, Pandev, Lavezzi, Lucarelli. All.: Mazzarri
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Britos, Donadel

Milan (4-3-1-2): Abbiati; Abate, Nesta, Thiago Silva, Antonini; Nocerino, Van Bommel, Seedorf; Aquilani; Pato, Cassano.
A disp.: Amelia, Bonera, Yepes, Taiwo, Valoti, Emanuelson, El Shaarawy. All.: Allegri
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Flamini, Mexes, Gattuso, Ibrahimovic, Ambrosini, Boateng, Inzaghi, Robinho, Zambrotta

PARMA – CHIEVO

Il Parma non perdeva la prima giornata in Serie A dal settembre del 1992; in quella circostanza poi chiuse il campionato al terzo posto. Nella prima giornata il Chievo si è fatto rimontare dal Novara da 2-0 a 2-2, dopo che nella scorsa stagione era stata l’unica squadra della Serie A a vincere tutte le gare in cui era stata in vantaggio. Gli ultimi tre incontri tra Parma e Chievo in Serie A sono terminati a reti bianche. Dopo la sconfitta del novembre 2002 (0-1), nelle successive sei gare al Tardini col Chievo i Ducali hanno alternato un pareggio ad una sconfitta. La squadra di Colomba ha vinto le ultime tre gare interne disputate nel finale della scorsa stagione. Il Chievo ha vinto solo una delle ultime quattro gare esterne di Serie A, proprio all’ultima giornata dello scorso campionato contro il Palermo (3-1). Contro la Juventus il Parma ha effettuato un solo tiro (esclusi quelli respinti), quello della rete su rigore di Giovinco; nessun’altra squadra ha fatto così poche conclusioni nella 1ª giornata. Di fronte le due squadre che nella prima partita hanno completato meno passaggi (il Chievo 239, il Parma 243). Un solo precedente nel massimo campionato tra Domenico Di Carlo e Franco Colomba, terminato in parità (Chievo-Bologna 1-1 del gennaio 2010).

PROBABILI FORMAZIONI

Parma (4-4-1-1): Mirante; Zaccardo, Paletta, Lucarelli, Rubin; Valiani, Morrone, Galloppa, Modesto; Giovinco; Floccari.
A disp.: Pavarini, Santacroce, Feltscher, Blasi, Crespo, Biabiany, Pellè. All.: Colomba
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Pereira

Chievo (4-3-1-2): Sorrentino; Frey, Andreolli, Cesar, Jokic; Vacek, Rigoni, Hetemaj; Sammarco; Pellissier, Thereau.
A disp.: Puggioni, Morero, Mandelli, Bradley, Gallozzi, Paloschi, Moscardelli. All.: Di Carlo
Squalificati: Sardo (1)
Indisponibili: Acerbi

SIENA – JUVENTUS

Il Siena è la squadra che ha ottenuto più punti (49) e segnato più reti (45) in casa nello scorso campionato di Serie B. Nello scorso campionato di Serie A la Juventus ha subito solo 16 reti in trasferta, solo il Milan ha avuto una miglior difesa lontano da casa (12 gol subiti). La Juventus ha vinto 10 delle 12 gare disputate contro il Siena in Serie A, perdendo una sola volta (1-0 in trasferta nel maggio 2008), e pareggiando 3-3 proprio l’ultimo precedente. Quello del 2008 è stato uno dei due soli gol che i toscani sono riusciti a segnare in sei gare casalinghe contro la Vecchia Signora. La Juve ha subito una sola rete nelle ultime quattro trasferte nel finale dello scorso campionato. Arturo Vidal ha realizzato un gol per la Juventus all’esordio in Serie A, 5 minuti e 38 secondi dopo il suo ingresso in campo. Il possesso palla della Juventus contro il Parma è stato del 65.9%, il più alto della prima tornata di gare della Serie A 2011/12. Andrea Pirlo, all’esordio in campionato con la maglia della Juve, è stato il giocatore che ha effettuato (109) e completato (96) più passaggi nella giornata inaugurale; due gli assist vincenti.

PROBABILI FORMAZIONI

Siena (4-4-2): Brkic; Vitiello, Rossettini, Terzi, Del Grosso; Mannini, Gazzi, D’Agostino, Brienza; Calaiò, Gonzalez.
A disp.: Pegolo, Angelo, Pesoli, Bolzoni, Vergassola, Troianiello, Larrondo. All.: Sannino
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Angella, Reginaldo

Juventus (4-2-4): Buffon; Lichtsteiner, Barcagli, Chiellini, Grosso; Marchisio, Pirlo; Krasic, Vucinic, Matri, Pepe.
A disp.: Storari, Bonucci, Pazienza, Vidal, Elia, Del Piero, Quagliarella. All.: Conte
Squalificati: De Ceglie (1)
Indisponibili: Iaquinta

UDINESE – FIORENTINA

L’ultima volta che l’Udinese vinse la prima di campionato in trasferta in Serie A fu nel settembre del 1983 (5-0 a Genoa, doppiette di Zico e Virdis, rete di Mauro). La Fiorentina non vinceva la gara inaugurale della Serie A dalla stagione 2007/08, quando poi chiuse il campionato al quarto posto qualificandosi per la Champions League. Udinese e Fiorentina non pareggiano da 10 sfide di campionato: cinque successi per parte il parziale. I bianconeri hanno vinto quattro delle ultime cinque gare giocate contro la Fiorentina al Friuli. La squadra di Guidolin non perde da quattro gare di campionato (tre le vittorie) e non ha subito reti nelle ultime tre. In casa tuttavia i friulani hanno vinto solo una delle ultime quattro gare disputate in campionato, 2-1 contro la Lazio lo scorso maggio. I viola hanno perso solo una delle ultime sette partite di campionato, 1-3 a San Siro contro l’Inter; tre le vittorie, altrettanti i pareggi. L’Udinese è la squadra a cui Alberto Gilardino ha realizzato più gol in Serie A, 13, almeno cinque più che contro ogni altra squadra. Stevan Jovetic ha effettuato più tiri di ogni altro giocatore della Serie A nella prima giornata di questo campionato, sette; tre di questi sono terminati nello specchio della porta. Tre i precedenti tra i due allenatori in Serie A, Sinisa Mihajlovic in vantaggio nei confronti di Guidolin per due vittorie ad una. Guidolin ha perso solo tre dei 23 incontri disputati contro la Fiorentina nella massima serie; 10 le vittorie, altrettanti i pareggi.

PROBABILI FORMAZIONI

Udinese (3-5-1-1): Handanovic; Benatia, Danilo, Domizzi; Basta, Isla, Pinzi, Asamoah, Armero; Torje; Di Natale.
A disp.: Padelli, Ekstrand, Pasquale, Badu, Abdi, Fabbrini, Barreto. All.: Guidolin
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Ferronetti, Coda, Floro Flores

Fiorentina (4-3-3): Boruc; Cassani, Gamberini, Natali, Pasqual; Behrami, Montolivo, Lazzari; Cerci, Gilardino, Jovetic.
A disp.: Neto, De Silvestri, Nastasic, Kharja, Vargas, Ljajic, Silva. All.: Mihajlovic
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Kroldrup, Gulan

Articolo   0 Commenti

CALCIO

Calcio Extra: i pronostici del 1° Giugno

Calcio Extra: i pronostici del 1° Giugno   0

SCOMMESSA AGEVOLE: CSD Rangers - Universidad de Conception Under 2,5 (1.69) CILE Palestino - Colo Colo gol (1.50) CILE Sligo Rovers - Shamrock  Rovers No Gol (1.72) IRL FH Hafnarfjordur - Vikingur 1 (1.26) [...]