CALCIO – CONFEDERATIONS CUP – Esordio azzurro contro l’Usa, Brasile – Egitto apre la giornata…
CALCIO - MULTIPLA E SINGOLE DEL GIORNO 15/6Precedente
CALCIO - Confederations, i Verdeoro battono l'Egitto 4-3Prossimo
Breaking News
  • Calcio Extra: i pronostici del 1° GiugnoSCOMMESSA AGEVOLE: CSD Rangers - Universidad de Conception Under 2,5 (1.69) CILE Palestino - Colo Colo gol (1.50) CILE Sligo Rovers - Shamrock  Rovers No Gol (1.72) IRL FH Hafnarfjordur - Vikingur 1 (1.26) [...]
  • Tennis, Open di Francia: i pronostici del 1° GiugnoErnests Gulbis - Roger Federer 2 (1.40) Jo Wilfried Tsonga - Novak Djokovic 2 (1.10) Milos Raonic - Marcel Granollers 1 (1.20) Garbine Muguruza - Pauline Permentier 1 (1.20) Ajla Tomljanovic - Carla Suarez [...]
  • Tennis, Open di Francia: i pronostici del 30 MaggioDaniela Hantuchova - Angelique Kerber 2 (1.25) Spears/Peya - Melzer/Melzer 1 (1.55) Coin/Mahut - Hradecka/Fyrstenberg 2 (1.40) Shvedova/Soares - Dellacqua/Murray 1 (1.60) Lim/Chardy - Johansson/Mannarino 1 (1.50) Chan/Mirniy - Mledenovic/Nestor 2 (1.40) Medina Guarrigues/Marrero - Cornet/Eysseric [...]

Azzeccare i pronostici è la nostra specialità

Sticky: CALCIO – CONFEDERATIONS CUP – Esordio azzurro contro l’Usa, Brasile – Egitto apre la giornata…

Articolo   0 Commenti
Line Spacing+- AGrandezza testo+- Stampa articolo

logo-confcup.jpgSta per iniziare anche la Confederations Cup per l’Italia campione del Mondo. L’esordio degli Azzurri di Marcello Lippi è previsto contro gli Stati Uniti: e proprio sulla formazione Usa, il Commissario Tecnico dell’Italia ha voluto spendere due parole durante la conferenza stampa della vigilia. “Non è la stessa squadra che abbiamo affrontato al Mondiale – dice Lippi – Il figlio dell’allenatore, che gioca a centrocampo, è molto bravo. E poi ci sono sempre Donovan, Demsey, Beasley. Giocano con il 4-4-2 con Donovan in appoggio. E’ una squadra preparata fisicamente, da affrontare con grande attenzione”. Dopo le belle prestazioni delle nuove matricole azzurre, c’è grande curiosità per osservare nuovamente all’opera i “big”. Marcello Lippi è deciso a puntare nuovamente sui suoi “vecchietti”, così come li chiama lui: “I miei vecchietti? Forse non avete fatto bene i conti dell’età media delle altre Nazionali. La nostra è di 28 anni e mezzo, c’è davvero poca differenza con le altre, di poco più giovani. E poi io mi fido tantissimo dei miei giocatori”. Il CT apre le porte ai giovani (“Dai prossimi mesi entreranno a far parte di questo gruppo anche alcuni Under 21″), ma si fida ciecamente del gruppo storico che gli ha regalato il Mondiale tre anni fa: “Se dovessi fare un campionato non sceglierei questi giocatori qua, ma la qualità di questi giocatori in una manifestazione di 30-40 giorni, beh, credo che non ci siano tanti gruppi più forti di questo al mondo. I miei hanno ancora tanta fame”. Lippi non ha paura di Spagna e Brasile (“Di cosa dovrei avere paura? I campioni del mondo siamo noi”), ma è certo che per vincere la Confederations Cup ci sarà da lottarea cominciare dalla partita contro gli Stati Uniti”. Quanto alla formazione titolare da opporre agli Usa, tutto sembra già definito. In porta l’imprescindibile Gigi Buffon, mentre in difesa giocheranno Zambrotta, Chiellini, Legrottaglie che sostituirà l’infortunato Cannavaro, e Grosso. A centrocampo spazio a De Rossi davanti alla difesa, con Gattuso subito a supporto e Pirlo poco più avanti. In attacco dovrebbe esserci Gilardino, che sembra aver definitivamente vinto il ballottaggio con Toni, con Iaquinta a sinistra e Camoranesi a destra. Noi diciamo Italia (1.55) con Goal (1.70).

Ad aprire il gruppo B, quello dell’Italia impegnata con gli Stati Uniti, ill Brasile di Carlos Dunga se la vedrà nel sua gara d’esordio contro l’Egitto. I talenti della Selecao arrivano per altro dall’importantissima vittoria per 2-1 sul Paraguay, che ha messo una seria ipoteca sulla qualificazione ai prossimi campionati del mondo. Una delle pedine fondamentali della formazione verdeoro è sicuramente l’interista Maicon, al centro nelle ultime settimane di insistenti voci di mercato che lo accosterebbero al Real Madrid di Florentino Perez. “Come è accaduto nel 2005 – ha detto Maicon – questa può essere considerata una mini versione del Mondiale, dato che affrontetremo parte delle squadre che saranno in Sudafrica l’anno prossimo. Certo, il nostro obiettivo è vincere, ma siamo qui anche per divertirci”. Occhi puntati ovviamente anche e soprattutto sull’ex milanista Ricardo Kakà, che per la prima volta torna a parlare del suo recente passaggio al Real Madrid: “Sono molto grato al Milan – le parole del brasiliano – . Se oggi sono riconosciuto come un giocatore internazionale lo devo al Milan, insieme alla nazionale brasiliana. Mi spiace per quello che è successo, ma questo sarà il mio futuro. Spero che il Milan possa fare tante cose con il tecnico Leonardo, cui mando un grosso ‘in bocca al lupo”. Brasile a valanga 1h (1.60).

Sulle partite fonte – eurosport.it

 

Articolo   0 Commenti